Come Trovare il Vero Amore con la Legge di Attrazione

Il tema è delicato, delicatissimo. Il titolo promette “l’impossibile” o il poco probabile, a detta di molti. Proverò a trattarlo con delicatezza estrema e attenzione rendendolo possibile 🙂

Ho una buona notizia per i seguaci della Legge di Attrazione: se sono abbastanza critico con la formulazione classica per quanto riguarda obiettivi inerenti desideri pratici e abbondanza, per quanto riguarda l’amore la legge di attrazione è qualcosa che FUNZIONA, e funziona pure bene.

Una splendida immagine dell'amore tutto particolare tra Marla Singer e Tyler Durden, se ancora non credi che il simile attrae il simile
Una splendida immagine dell’amore tutto particolare tra Marla Singer e Tyler Durden, se ancora non credi che il simile attrae il simile

Naturalmente la mia versione sarà PRATICA E SPIETATA anche in questo caso :).

Il simile attrae il simile. Gli opposti si attraggono. Chi fa da se fa per tre. L’unione fa la forza.

In pratica ragionare a frasi fatte equivale a ragionare come un santone che dà i numeri del lotto. Distribuisce 90 numeri diversi per ogni ruota ad altrettante persone, qualcuno deve pur vincere, e si pubblicizza con i casi vincenti. Che ne so io di santoni e numeri del lotto?

Quando ero piccolo ero solito guardare i maghi in televisione, perché mi rilassavano 😀 , giuro! Alcuni erano aggressivi con i malcapitati che chiamavano, altri dolci e almeno distribuivano conforto. Poi sono passato al lotto, guardare in televisione gente che distribuiva i numeri era così distante dal mio essere razionale, che ascoltare mi RILASSAVA LETTERALMENTE; ho giocato una sola volta in vita mia.

L’ho studiato per lunghi anni pensando di trovare un metodo matematico-statistico che funzionasse a dovere, ma il banco vince sempre. Acquistavo i giornali di settore. Il primo anno di università lo passai a studiare questi metodi. In un giornale di settore vidi una pubblicità, ce ne sono molte in realtà, di un signore che proponeva AMBATA INFALLIBILE con una convinzione e una faccia tosta CONTAGIANTI.

L’uomo è alla ricerca di sistemi, storie, religioni, che diano un senso e che incasellino perfettamente il senso delle cose. Quando si vede il documentario della Legge di Attrazione VUOI CREDERCI. Io volevo credere a sto tizio. E, nonostante sia una persona estremamente razionale, COMPRAI QUEL METODO. L’AMBATA INFALLIBILE. In realtà non me ne fregava di arricchirmi con il lotto. Cercavo il mio sistema di incasellamento. Non trovandolo, per definizione, nella statistica, scomodai I SANTONI.

Come finì secondo te? Avevo 5 probabilità su 90 (1 su 18 anche se forse il calcolo non è così semplicistico perchè si deve scomodare la probabilità condizionata visto che vengono estratti uno alla volta). La vita mi diede la sua risposta statistica. L’ambata INFALLIBILE fu PARECCHIO FALLIBILE. E riportò alla razionalità il senso delle cose 😀

Ma perchè diavolo sto parlando di questa storia in un articolo che parla di legge di attrazione IN AMORE?

In pratica ragionare con i piedi, come il me stesso fesso di circa 18 anni fa aveva fatto, non porta alla gloria. Il punto è che VOLEVO CREDERCI. Sapevo che il tizio era un cialtrone, magari forse c’è ancora, deve pur guadagnarsi da vivere con i fessi 😀 . Se lo trovate fatemi un fischio che provo a comprarne un’altra in onore dei vecchi tempi 😀 Ma una parte di me voleva credere che una forza particolare estraesse la pallina giusta.

Al  mondo ci sono più fessi che datori di lavoro 😀

Fu l’unica volta che ho giocato, e perso, al lotto in vita mia. Ero un pirla. E imparai la lezione. Il banco vince sempre. Che il tuo metodo sia statistico o che il tuo metodo sia acquistare da sedicenti santoni le AMBATE INFALLIBILI 😀

Come diavolo fa un tizio ad orientarsi in questa baraonda? Ripeto: Il simile attrae il simile. Gli opposti si attraggono. Chi fa da se fa per tre. L’unione fa la forza.

Quale diavolo è il giusto?

In amore… devo “cercare” una persona SIMILE A ME, o che “mi completi” e sia opposta?

Bella domanda. Io ti dico la mia versione, posto che da quando ho acquistato L’AMBATA INFALLIBILE, il mio cervello è oggi un elemento venduto completamente alla razionalità, a un illuminismo estremo, seppur a volte guidato dall’istinto e dal cuore, quando non ottengo risposte valide dopo un mare di analisi.

Facciamo un pò di AUTOANALISI: Sei una persona AGGRESSIVA, REMISSIVA o ASSERTIVA?

In amore non ci sono regole generali assolute. Spesso però succede questo: le persone aggressive, assai spesso latentemente, tendono a stare insieme a persone remissive. E’ una sorta di completamento reciproco. La persona aggressiva, che assai spesso è un frustrato senza neanche rendersene conto, tende a soddisfare la sua volontà di dominare il prossimo, e, non riuscendoci in società e non riuscendo ad attirare “le prede sessualmente migliori”, trova una sorta di compensazione dominando una persona che almeno lo sta ad ascoltare.

La persona remissiva è una persona che si fa schiacciare in società. Trova un falso senso di protezione nella persona dominante del rapporto, quella aggressiva, e tende a subirne le angherie pur di avere questo senso di protezione.

Se la relazione dura parecchi anni è curioso constatare come, per un senso di compensazione, i ruoli quasi tendono ad invertirsi. Si diventa molto più simili e ci si scambiano i caratteri. Gli animali domestici prendono il carattere dei padroni NON A CASO.

I rapporti più sani sono quelli tra persone ASSERTIVE. Cosa significa assertività?

L’assertività (dal latino “asserere” che significa “asserire”), o asserzione (o anche affermazione di sé), è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e opinioni senza tuttavia offendere né aggredire l’interlocutore.

Secondo gli psicologi statunitensi Alberti ed Emmons, si definisce come «un comportamento che permette a una persona di agire nel suo pieno interesse, di difendere il suo punto di vista senza ansia esagerata, di esprimere con sincerità e disinvoltura i propri sentimenti e di difendere i suoi diritti senza ignorare quelli altrui».

Essa si può anche delineare come il giusto equilibrio tra due polarità: da una parte il comportamento passivo, dall’altra il comportamento aggressivo.

E ancora “L’autostima è necessaria nella condotta assertiva, poiché chi si vuole bene si relaziona in maniera adeguata con gli altri, mentre il pensare di non valer nulla impedisce un buon dialogo con se stessi, finendo così per comportarsi in maniera passiva o aggressiva.

Una persona assertiva è una persona SANA.

Quando una persona è ASSERTIVA, tende ad attrarre a sè persone SANE! E sicuramente si tratta di una relazione SANA.

Naturalmente esistono INFINITI LIVELLI tra queste due situazioni prospettate (AGGRESSIVO con REMISSIVO e ASSERTIVO con ASSERTIVO).

Il Primo Consiglio d’ORO per attirare il vero amore e la persona giusta è questo: LAVORA PER DIVENTARE UNA PERSONA ASSERTIVA.

Come puoi diventare una persona ASSERTIVA? Lavorando sodo per migliorare la tua autostima: qui ho fatto i resoconto generale su come aumentare la propria autostima e ti consiglio di studiarti l’articolo perchè ti servirà in ogni campo della vita.

Un riassunto di come migliorare la propria autostima è questo: devi porti e realizzare tassativamente piccoli obiettivi, e abituarti a rompere la campana di vetro che ti protegge nella tua zona di confort dandoti una calma apparente che è una molto più subdola TRANQUILLA DISPERAZIONE.

Se vedi una ragazza che ti piace e non l’avvicini per imbastire una conversazione e ti poni mille scuse per non farlo, perdi PUNTI AUTOSTIMA. Se decidi di non andare a una festa perchè “non conosci nessuno” pensi di non avere il vestito adatto, ti senti inconsciamente non all’altezza, perdi PUNTI AUTOSTIMA. La tua coscienza sa sempre quali sono i punti autostima. E’ il seguirla o meno che determina il guadagno o la perdita di punti. Devi addestrare la tua voglia di farcela.

L’autostima è come un video gioco. Perdi e guadagni punti di continuo. Se devi lavarti i denti e non lo fai, perdi punti. Se procrastini una cosa che sai che devi fare perdi punti. Se il tuo umore è a terra e non ti dai da fare per migliorarlo perdi punti.

Il consiglio di Marco: leggasi LA SECONDA REGOLA PER TROVARE L’ANIMA GEMELLA

Marco, L'artefice del secondo principio
Marco, L’artefice del secondo principio

Una volta parlavamo del tema con un amico: (che non sospetta minimamente di essere “taggato” ma la cosa non lo disturberà affatto se lo conosco bene). Queste furono le sue parole testuali:  “Tutti noi cerchiamo la ragazza superfiga, dolce, carina… Tocca vedere se lo siamo pure noi”

Marco, che tra parentesi è un caro amico e persona intelligentissima, aveva fatto centro, nel suo linguaggio verace. Non esiste di desiderare una principessina dolce e delicata se la tua aspirazione del giorno è seguire il campionato mondiale di rutti. Non che ci sia niente di male intendiamoci. Dico solo che se ti piace una ragazza delicata, è quanto meno scontato che devi essere SIMILE.

Se ti piacciono le persone volgari, e personalmente non ho alcun giudizio finchè non si offende il prossimo, potrai godere del suddetto campionato mondiale. Altrimenti TI STAI SABOTANDO ALLA GRANDE. Attirerai persone non adatte, che non ti piacciono perchè in fondo NON TI PIACI TU.

E’ molto sottile come cosa. Devi tendere all’auto-miglioramento più estremo se PRETENDI di attirare persone di un certo tipo. Altrimenti sei solo egoista e basta. Lo vedo troppe volte. Le persone guardano, in una relazione amorosa ma in generale nella vita, la pagliuzza nell’occhio altrui piuttosto che la trave nel proprio.

Paradossalmente se hai problemi in una relazione in corso quel che devi fare è questo: TACERE SUI PROBLEMI DELL’ALTRO, DIVENTARE LA PERSONA MIGLIORE POSSIBILE, il te stesso migliore possibile, e ATTENDERE SENZA FIATARE che l’altro SI UNIFORMI A TE, che sia alla tua altezza. Solitamente per magia l’inconscio lo spinge ad essere “alla tua altezza” A questo punto o si uniformerà a te, o la relazione finirà e ci si saluterà SENZA ACCUSE RECIPROCHE e RISENTIMENTO.

Ti racconto questa storiella esemplificativa. Un giorno di circa 8 anni fa piovve così tanto nel mio condominio che si allagò il portone. Non era la prima volta che succedeva e di solito l’acqua si asciugava dopo giorni e giorni tra l’indifferenza generale, una storia che non faticherai a credere, succede ovunque così, nessuno vuole prendersi la briga perchè si ragiona “perchè dovrei farlo io?”

La mia coscienza quel giorno decise che “il perchè dovrei farlo io?” era una domanda parecchio stupida.

Scesi con secchio e straccio, e mi armai di santa pazienza per asciugare quello che era un vero e proprio lago. Successe una cosa MAGICA. A poco a poco la gente passava, mi vedeva, ringraziava tantissimo e si sentiva mortificata se non poteva aiutare perchè di fretta o simili. Poi se ne aggiunse una, con bacinella e straccio. Poi un’altra. Poi un’altra ancora. In pratica su 7-9 persone che passarono, non ricordo, se ne fermarono ad aiutarmi (tornando alle proprie case e prendendo secchi, stracci, asciugamani, mezzi di fortuna)  5-6 persone buone. Una statistica stratosferica, considerando che i laghi precedenti rimanevano per giorni e giorni nell’indifferenza più totale e la cosa aveva già causato danni non da poco ai garage e attività commerciali nel piano interrato.

Capisci quanto voglio dire? Devi prenderti LA gran parte di RESPONSABILITA’ di quel che ti succede. Se sono critico su alcune filosofie derivate di legge di attrazione che spesso viene anche formulata con “qualsiasi cosa ti accade nella vita è tua responsabilità”, che cozza contro il buon senso e la razionalità (i 300 passeggeri di un aereo che cade NON SONO assolutamente responsabili di ciò che accade, così come i morti di un terremoto) per quanto riguarda la relazioni interpersonali è un qualcosa che fa centro assai spesso.

E’ la tua gelosia che induce il tuo partner a “tradirti”. E la tua possessività che induce l’altra persona a sfuggire.

Sii geloso/gelosa e il tuo partner ti “tradirà”. MATEMATICO. Fermo restando che non puoi e non potrai, a meno che non parliamo di coercizione pesante e reiterata, impedire al prossimo di fare quello che vuole, per massimizzare le probabilità che la tua relazione, presente o futura che sia, sia SANA, devi essere una persona libera e assertiva eliminando le paranoie e seghe mentali che fai al prossimo.

Se c’è un lago da asciugare PRENDI IL SECCHIO E LO STRACCIO e non fare il vittimista: perchè sempre io?

Se ci sono dei bambini da accompagnare a una festa, levati dalla testa “perchè sempre io e mai gli altri genitori?”. Fallo e basta. Abituati a DARE senza necessariamente aspettarti una ricompensa. Attirerai persone SIMILI.

Naturalmente il tuo buon senso e la tua coscienza sanno benissimo la distinzione tra approfittatori e tuo vittimismo. Ascoltala attentamente. Se una persona se ne approfitta di te SISTEMATICAMENTE, allora metterai in quel caso un freno perchè il DARE, DARE, DARE, sarebbe un’ingiusta forma di sfruttamento e allontanerai quella persona o per lo meno gli metterai un freno.

E’ una delle cose più difficili da fare, ossia mettersi al posto di guida e pensare che sei responsabile dei comportamenti dell’altro.

Gesù ha predicato amore e perdono. Era una persona STRAORDINARIA. Il suo messaggio è interpretato in maniera distorta, dal momento che siamo soliti, assai spesso, essere giudicanti e giustizialisti.

Non a caso Wayne Dyer affermava: non siate cristiani ma siate come Gesù Cristo, non siate buddisti ma siate come Budda.

Posso capire che probabilmente hai, o hai avuto esperienze poco piacevoli in fatto di amore.

Però è anche STATISTICAMENTE curioso rilevare che quando si parla con le due controparti neanche sotto tortura una persona ammette “Sì, in fondo è stata colpa mia in questa situazione”. Ma neanche se l’ammazzano. Naturalmente l’altra parte dice la stessa cosa “Ma sentiti, come sei egoista, io ho fatto questo per te bla bla”

La verità delle cose è che è umanamente molto molto difficile mettere a tacere il nostro ego e immedesimarci nel prossimo.

Se vuoi attirare una persona giusta devi essere una persona MIGLIORE. Devi piacerti. Se non ti piaci attirerai comunque persone che riflettono il tuo non piacerti. E non ti piaceranno neanche loro, e comincerà un reciproco martellamento, mattoncino dopo mattoncino. All’inizio tutto va benissimo, entrambi nascondono il proprio carattere. Dopo qualche tempo comincia la guerra dei piatti. All’inizio si è dolci, carini, si ha paura di offendere l’altro. Poi viene fuori il vero carattere di entrambi e cominciano le prime liti leggere. E mattoncino dopo mattoncino si creano situazioni insostenibili: i rapporti finiscono, cominciano i tradimenti, si vive insieme più per inerzia e paura dell’ignoto o per i problemi pratici che una separazione comporta.

Questa è una buona media di quel che succede di solito.

La decisione migliore che puoi prendere è:
decidi di diventare una persona migliore
Lavora sulla tua assertività
Lavora sulla tua autostima
Non cambiare l’altro ma decidi di cambiare te stesso

Assai spesso l’altra persona accoglierà il tuo invito inconscio a uniformarsi a te e diventerà migliore a sua volta. Così come la metafora del lago del portone ;). Per quanto l’esempio sia semplice, non è banale. Nel mio piccolo, migliorando me stesso e decidendo di agire per una volta interessandomi coscienziosamente del problema, non solo ho migliorato se stesso, ma ho migliorato il resto delle persone senza neanche avuto bisogno di chiederlo. Se fossi andato porta per porta a chiedere non solo avrei avuto scarse probabilità, ma avrei avuto anche un piccolo risentimento probabilmente.

Ho agito, inconsciamente quel giorno, in maniera FURBA. Il tuo compagno si gratta animatamente durante una partita di calcio con la birra stravaccato sul divano? Sai qual è il miglior sistema di farlo cambiare (ammesso che la cosa ti dia fastidio sia chiaro)? Ignorando la cosa e comportandoti da SIGNORA in tutte le situazioni, gentilezza e rigore nei confronti di te stessa. Scenari potenziali:

  • il tuo compagno dopo qualche tempo continuerà a grattarsi con lo stesso impeto (e quindi la relazione finirà naturalmente (naturalmente il grattarsi è un esempio, il tutto deve applicarsi a UNA SOMMATORIA di esempi)
  • più probabilmente non si sentirà alla tua altezza, e se riesci ad essere ferma e coerente in tal senso senza sbottare, succederanno questi sottocasi: deciderà a sua volta di cambiare e migliorarsi, oppure la relazione finirà e troverete entrambi compagni più adatti con la differenza che ora sei una nuova te stessa, migliore della precedente e predisposta per attrarre uomini più adatti alla tua nuova personalità (che piace anche a te) 🙂

Per ora mi fermo qui, L’articolo NON è completo, lo competerò strada facendo, rifletti per ora su quanto scritto e lasciami pure UN COMMENTO 😉

COLONNE SONORE SELETTIVE, SCEGLI LA TUA PREFERITA (per genere) , naturalmente il giudizio è soggettivo, E RILEGGI LE PARTI SALIENTI L’ARTICOLO CON IL VIDEO ATTIVO, IL RICORDO E’ ASSOCIATO A UN’EMOZIONE E ASSORBIRAI E INTERIORIZZERAI MEGLIO I CONCETTI 🙂

La canzone d’amore più toccante e splendidamente malinconica di tutti i tempi Life In Mono

Se hai un animo un pò gotico e dark troverai splendida “Bitte bleib bei mir – L’ame Immortelle”

Deryck Whibley dedica questa splendida canzone d’amore ROCK ad Avril Lavigne

Questa canzone d’amore italiana semi-sconosciuta arriverà a toccarvi l’anima: Giampiero Artegiani – Le Rondini Sfioravano il Grano

Una canzone per sprofondare in un’altra dimensione – Mysteries Beth Gibbons

La mia personalissima canzone della vita – Don’t Cry – Guns n’ Roses

(Visited 4.235 times, 11 visits today)

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi