Come Trovare il Vero Amore con la Legge di Attrazione

Il tema è delicato, delicatissimo. Il titolo promette “l’impossibile” o il poco probabile, a detta di molti. Proverò a trattarlo con delicatezza estrema e attenzione rendendolo possibile 🙂

Ho una buona notizia per i seguaci della Legge di Attrazione: se sono abbastanza critico con la formulazione classica per quanto riguarda obiettivi inerenti desideri pratici e abbondanza, per quanto riguarda l’amore la legge di attrazione è qualcosa che FUNZIONA, e funziona pure bene.

Una splendida immagine dell'amore tutto particolare tra Marla Singer e Tyler Durden, se ancora non credi che il simile attrae il simile
Una splendida immagine dell’amore tutto particolare tra Marla Singer e Tyler Durden, se ancora non credi che il simile attrae il simile

Naturalmente la mia versione sarà PRATICA E SPIETATA anche in questo caso :).

Il simile attrae il simile. Gli opposti si attraggono. Chi fa da se fa per tre. L’unione fa la forza.

In pratica ragionare a frasi fatte equivale a ragionare come un santone che dà i numeri del lotto. Distribuisce 90 numeri diversi per ogni ruota ad altrettante persone, qualcuno deve pur vincere, e si pubblicizza con i casi vincenti. Che ne so io di santoni e numeri del lotto?

Quando ero piccolo ero solito guardare i maghi in televisione, perché mi rilassavano 😀 , giuro! Alcuni erano aggressivi con i malcapitati che chiamavano, altri dolci e almeno distribuivano conforto. Poi sono passato al lotto, guardare in televisione gente che distribuiva i numeri era così distante dal mio essere razionale, che ascoltare mi RILASSAVA LETTERALMENTE; ho giocato una sola volta in vita mia.

L’ho studiato per lunghi anni pensando di trovare un metodo matematico-statistico che funzionasse a dovere, ma il banco vince sempre. Acquistavo i giornali di settore. Il primo anno di università lo passai a studiare questi metodi. In un giornale di settore vidi una pubblicità, ce ne sono molte in realtà, di un signore che proponeva AMBATA INFALLIBILE con una convinzione e una faccia tosta CONTAGIANTI.

L’uomo è alla ricerca di sistemi, storie, religioni, che diano un senso e che incasellino perfettamente il senso delle cose. Quando si vede il documentario della Legge di Attrazione VUOI CREDERCI. Io volevo credere a sto tizio. E, nonostante sia una persona estremamente razionale, COMPRAI QUEL METODO. L’AMBATA INFALLIBILE. In realtà non me ne fregava di arricchirmi con il lotto. Cercavo il mio sistema di incasellamento. Non trovandolo, per definizione, nella statistica, scomodai I SANTONI.

Come finì secondo te? Avevo 5 probabilità su 90 (1 su 18 anche se forse il calcolo non è così semplicistico perchè si deve scomodare la probabilità condizionata visto che vengono estratti uno alla volta). La vita mi diede la sua risposta statistica. L’ambata INFALLIBILE fu PARECCHIO FALLIBILE. E riportò alla razionalità il senso delle cose 😀

Ma perchè diavolo sto parlando di questa storia in un articolo che parla di legge di attrazione IN AMORE?

In pratica ragionare con i piedi, come il me stesso fesso di circa 18 anni fa aveva fatto, non porta alla gloria. Il punto è che VOLEVO CREDERCI. Sapevo che il tizio era un cialtrone, magari forse c’è ancora, deve pur guadagnarsi da vivere con i fessi 😀 . Se lo trovate fatemi un fischio che provo a comprarne un’altra in onore dei vecchi tempi 😀 Ma una parte di me voleva credere che una forza particolare estraesse la pallina giusta.

Al  mondo ci sono più fessi che datori di lavoro 😀

Fu l’unica volta che ho giocato, e perso, al lotto in vita mia. Ero un pirla. E imparai la lezione. Il banco vince sempre. Che il tuo metodo sia statistico o che il tuo metodo sia acquistare da sedicenti santoni le AMBATE INFALLIBILI 😀

Come diavolo fa un tizio ad orientarsi in questa baraonda? Ripeto: Il simile attrae il simile. Gli opposti si attraggono. Chi fa da se fa per tre. L’unione fa la forza.

Quale diavolo è il giusto?

In amore… devo “cercare” una persona SIMILE A ME, o che “mi completi” e sia opposta?

Bella domanda. Io ti dico la mia versione, posto che da quando ho acquistato L’AMBATA INFALLIBILE, il mio cervello è oggi un elemento venduto completamente alla razionalità, a un illuminismo estremo, seppur a volte guidato dall’istinto e dal cuore, quando non ottengo risposte valide dopo un mare di analisi.

Facciamo un pò di AUTOANALISI: Sei una persona AGGRESSIVA, REMISSIVA o ASSERTIVA?

In amore non ci sono regole generali assolute. Spesso però succede questo: le persone aggressive, assai spesso latentemente, tendono a stare insieme a persone remissive. E’ una sorta di completamento reciproco. La persona aggressiva, che assai spesso è un frustrato senza neanche rendersene conto, tende a soddisfare la sua volontà di dominare il prossimo, e, non riuscendoci in società e non riuscendo ad attirare “le prede sessualmente migliori”, trova una sorta di compensazione dominando una persona che almeno lo sta ad ascoltare.

La persona remissiva è una persona che si fa schiacciare in società. Trova un falso senso di protezione nella persona dominante del rapporto, quella aggressiva, e tende a subirne le angherie pur di avere questo senso di protezione.

Se la relazione dura parecchi anni è curioso constatare come, per un senso di compensazione, i ruoli quasi tendono ad invertirsi. Si diventa molto più simili e ci si scambiano i caratteri. Gli animali domestici prendono il carattere dei padroni NON A CASO.

I rapporti più sani sono quelli tra persone ASSERTIVE. Cosa significa assertività?

L’assertività (dal latino “asserere” che significa “asserire”), o asserzione (o anche affermazione di sé), è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e opinioni senza tuttavia offendere né aggredire l’interlocutore.

Secondo gli psicologi statunitensi Alberti ed Emmons, si definisce come «un comportamento che permette a una persona di agire nel suo pieno interesse, di difendere il suo punto di vista senza ansia esagerata, di esprimere con sincerità e disinvoltura i propri sentimenti e di difendere i suoi diritti senza ignorare quelli altrui».

Essa si può anche delineare come il giusto equilibrio tra due polarità: da una parte il comportamento passivo, dall’altra il comportamento aggressivo.

E ancora “L’autostima è necessaria nella condotta assertiva, poiché chi si vuole bene si relaziona in maniera adeguata con gli altri, mentre il pensare di non valer nulla impedisce un buon dialogo con se stessi, finendo così per comportarsi in maniera passiva o aggressiva.

Una persona assertiva è una persona SANA.

Quando una persona è ASSERTIVA, tende ad attrarre a sè persone SANE! E sicuramente si tratta di una relazione SANA.

Naturalmente esistono INFINITI LIVELLI tra queste due situazioni prospettate (AGGRESSIVO con REMISSIVO e ASSERTIVO con ASSERTIVO).

Il Primo Consiglio d’ORO per attirare il vero amore e la persona giusta è questo: LAVORA PER DIVENTARE UNA PERSONA ASSERTIVA.

Come puoi diventare una persona ASSERTIVA? Lavorando sodo per migliorare la tua autostima: qui ho fatto i resoconto generale su come aumentare la propria autostima e ti consiglio di studiarti l’articolo perchè ti servirà in ogni campo della vita.

Un riassunto di come migliorare la propria autostima è questo: devi porti e realizzare tassativamente piccoli obiettivi, e abituarti a rompere la campana di vetro che ti protegge nella tua zona di confort dandoti una calma apparente che è una molto più subdola TRANQUILLA DISPERAZIONE.

Se vedi una ragazza che ti piace e non l’avvicini per imbastire una conversazione e ti poni mille scuse per non farlo, perdi PUNTI AUTOSTIMA. Se decidi di non andare a una festa perchè “non conosci nessuno” pensi di non avere il vestito adatto, ti senti inconsciamente non all’altezza, perdi PUNTI AUTOSTIMA. La tua coscienza sa sempre quali sono i punti autostima. E’ il seguirla o meno che determina il guadagno o la perdita di punti. Devi addestrare la tua voglia di farcela.

L’autostima è come un video gioco. Perdi e guadagni punti di continuo. Se devi lavarti i denti e non lo fai, perdi punti. Se procrastini una cosa che sai che devi fare perdi punti. Se il tuo umore è a terra e non ti dai da fare per migliorarlo perdi punti.

Il consiglio di Marco: leggasi LA SECONDA REGOLA PER TROVARE L’ANIMA GEMELLA

Marco, L'artefice del secondo principio
Marco, L’artefice del secondo principio

Una volta parlavamo del tema con un amico: (che non sospetta minimamente di essere “taggato” ma la cosa non lo disturberà affatto se lo conosco bene). Queste furono le sue parole testuali:  “Tutti noi cerchiamo la ragazza superfiga, dolce, carina… Tocca vedere se lo siamo pure noi”

Marco, che tra parentesi è un caro amico e persona intelligentissima, aveva fatto centro, nel suo linguaggio verace. Non esiste di desiderare una principessina dolce e delicata se la tua aspirazione del giorno è seguire il campionato mondiale di rutti. Non che ci sia niente di male intendiamoci. Dico solo che se ti piace una ragazza delicata, è quanto meno scontato che devi essere SIMILE.

Se ti piacciono le persone volgari, e personalmente non ho alcun giudizio finchè non si offende il prossimo, potrai godere del suddetto campionato mondiale. Altrimenti TI STAI SABOTANDO ALLA GRANDE. Attirerai persone non adatte, che non ti piacciono perchè in fondo NON TI PIACI TU.

E’ molto sottile come cosa. Devi tendere all’auto-miglioramento più estremo se PRETENDI di attirare persone di un certo tipo. Altrimenti sei solo egoista e basta. Lo vedo troppe volte. Le persone guardano, in una relazione amorosa ma in generale nella vita, la pagliuzza nell’occhio altrui piuttosto che la trave nel proprio.

Paradossalmente se hai problemi in una relazione in corso quel che devi fare è questo: TACERE SUI PROBLEMI DELL’ALTRO, DIVENTARE LA PERSONA MIGLIORE POSSIBILE, il te stesso migliore possibile, e ATTENDERE SENZA FIATARE che l’altro SI UNIFORMI A TE, che sia alla tua altezza. Solitamente per magia l’inconscio lo spinge ad essere “alla tua altezza” A questo punto o si uniformerà a te, o la relazione finirà e ci si saluterà SENZA ACCUSE RECIPROCHE e RISENTIMENTO.

Ti racconto questa storiella esemplificativa. Un giorno di circa 8 anni fa piovve così tanto nel mio condominio che si allagò il portone. Non era la prima volta che succedeva e di solito l’acqua si asciugava dopo giorni e giorni tra l’indifferenza generale, una storia che non faticherai a credere, succede ovunque così, nessuno vuole prendersi la briga perchè si ragiona “perchè dovrei farlo io?”

La mia coscienza quel giorno decise che “il perchè dovrei farlo io?” era una domanda parecchio stupida.

Scesi con secchio e straccio, e mi armai di santa pazienza per asciugare quello che era un vero e proprio lago. Successe una cosa MAGICA. A poco a poco la gente passava, mi vedeva, ringraziava tantissimo e si sentiva mortificata se non poteva aiutare perchè di fretta o simili. Poi se ne aggiunse una, con bacinella e straccio. Poi un’altra. Poi un’altra ancora. In pratica su 7-9 persone che passarono, non ricordo, se ne fermarono ad aiutarmi (tornando alle proprie case e prendendo secchi, stracci, asciugamani, mezzi di fortuna)  5-6 persone buone. Una statistica stratosferica, considerando che i laghi precedenti rimanevano per giorni e giorni nell’indifferenza più totale e la cosa aveva già causato danni non da poco ai garage e attività commerciali nel piano interrato.

Capisci quanto voglio dire? Devi prenderti LA gran parte di RESPONSABILITA’ di quel che ti succede. Se sono critico su alcune filosofie derivate di legge di attrazione che spesso viene anche formulata con “qualsiasi cosa ti accade nella vita è tua responsabilità”, che cozza contro il buon senso e la razionalità (i 300 passeggeri di un aereo che cade NON SONO assolutamente responsabili di ciò che accade, così come i morti di un terremoto) per quanto riguarda la relazioni interpersonali è un qualcosa che fa centro assai spesso.

E’ la tua gelosia che induce il tuo partner a “tradirti”. E la tua possessività che induce l’altra persona a sfuggire.

Sii geloso/gelosa e il tuo partner ti “tradirà”. MATEMATICO. Fermo restando che non puoi e non potrai, a meno che non parliamo di coercizione pesante e reiterata, impedire al prossimo di fare quello che vuole, per massimizzare le probabilità che la tua relazione, presente o futura che sia, sia SANA, devi essere una persona libera e assertiva eliminando le paranoie e seghe mentali che fai al prossimo.

Se c’è un lago da asciugare PRENDI IL SECCHIO E LO STRACCIO e non fare il vittimista: perchè sempre io?

Se ci sono dei bambini da accompagnare a una festa, levati dalla testa “perchè sempre io e mai gli altri genitori?”. Fallo e basta. Abituati a DARE senza necessariamente aspettarti una ricompensa. Attirerai persone SIMILI.

Naturalmente il tuo buon senso e la tua coscienza sanno benissimo la distinzione tra approfittatori e tuo vittimismo. Ascoltala attentamente. Se una persona se ne approfitta di te SISTEMATICAMENTE, allora metterai in quel caso un freno perchè il DARE, DARE, DARE, sarebbe un’ingiusta forma di sfruttamento e allontanerai quella persona o per lo meno gli metterai un freno.

E’ una delle cose più difficili da fare, ossia mettersi al posto di guida e pensare che sei responsabile dei comportamenti dell’altro.

Gesù ha predicato amore e perdono. Era una persona STRAORDINARIA. Il suo messaggio è interpretato in maniera distorta, dal momento che siamo soliti, assai spesso, essere giudicanti e giustizialisti.

Non a caso Wayne Dyer affermava: non siate cristiani ma siate come Gesù Cristo, non siate buddisti ma siate come Budda.

Posso capire che probabilmente hai, o hai avuto esperienze poco piacevoli in fatto di amore.

Però è anche STATISTICAMENTE curioso rilevare che quando si parla con le due controparti neanche sotto tortura una persona ammette “Sì, in fondo è stata colpa mia in questa situazione”. Ma neanche se l’ammazzano. Naturalmente l’altra parte dice la stessa cosa “Ma sentiti, come sei egoista, io ho fatto questo per te bla bla”

La verità delle cose è che è umanamente molto molto difficile mettere a tacere il nostro ego e immedesimarci nel prossimo.

Se vuoi attirare una persona giusta devi essere una persona MIGLIORE. Devi piacerti. Se non ti piaci attirerai comunque persone che riflettono il tuo non piacerti. E non ti piaceranno neanche loro, e comincerà un reciproco martellamento, mattoncino dopo mattoncino. All’inizio tutto va benissimo, entrambi nascondono il proprio carattere. Dopo qualche tempo comincia la guerra dei piatti. All’inizio si è dolci, carini, si ha paura di offendere l’altro. Poi viene fuori il vero carattere di entrambi e cominciano le prime liti leggere. E mattoncino dopo mattoncino si creano situazioni insostenibili: i rapporti finiscono, cominciano i tradimenti, si vive insieme più per inerzia e paura dell’ignoto o per i problemi pratici che una separazione comporta.

Questa è una buona media di quel che succede di solito.

La decisione migliore che puoi prendere è:
decidi di diventare una persona migliore
Lavora sulla tua assertività
Lavora sulla tua autostima
Non cambiare l’altro ma decidi di cambiare te stesso

Assai spesso l’altra persona accoglierà il tuo invito inconscio a uniformarsi a te e diventerà migliore a sua volta. Così come la metafora del lago del portone ;). Per quanto l’esempio sia semplice, non è banale. Nel mio piccolo, migliorando me stesso e decidendo di agire per una volta interessandomi coscienziosamente del problema, non solo ho migliorato se stesso, ma ho migliorato il resto delle persone senza neanche avuto bisogno di chiederlo. Se fossi andato porta per porta a chiedere non solo avrei avuto scarse probabilità, ma avrei avuto anche un piccolo risentimento probabilmente.

Ho agito, inconsciamente quel giorno, in maniera FURBA. Il tuo compagno si gratta animatamente durante una partita di calcio con la birra stravaccato sul divano? Sai qual è il miglior sistema di farlo cambiare (ammesso che la cosa ti dia fastidio sia chiaro)? Ignorando la cosa e comportandoti da SIGNORA in tutte le situazioni, gentilezza e rigore nei confronti di te stessa. Scenari potenziali:

  • il tuo compagno dopo qualche tempo continuerà a grattarsi con lo stesso impeto (e quindi la relazione finirà naturalmente (naturalmente il grattarsi è un esempio, il tutto deve applicarsi a UNA SOMMATORIA di esempi)
  • più probabilmente non si sentirà alla tua altezza, e se riesci ad essere ferma e coerente in tal senso senza sbottare, succederanno questi sottocasi: deciderà a sua volta di cambiare e migliorarsi, oppure la relazione finirà e troverete entrambi compagni più adatti con la differenza che ora sei una nuova te stessa, migliore della precedente e predisposta per attrarre uomini più adatti alla tua nuova personalità (che piace anche a te) 🙂

Per ora mi fermo qui, L’articolo NON è completo, lo competerò strada facendo, rifletti per ora su quanto scritto e lasciami pure UN COMMENTO 😉

COLONNE SONORE SELETTIVE, SCEGLI LA TUA PREFERITA (per genere) , naturalmente il giudizio è soggettivo, E RILEGGI LE PARTI SALIENTI L’ARTICOLO CON IL VIDEO ATTIVO, IL RICORDO E’ ASSOCIATO A UN’EMOZIONE E ASSORBIRAI E INTERIORIZZERAI MEGLIO I CONCETTI 🙂

La canzone d’amore più toccante e splendidamente malinconica di tutti i tempi Life In Mono

Se hai un animo un pò gotico e dark troverai splendida “Bitte bleib bei mir – L’ame Immortelle”

Deryck Whibley dedica questa splendida canzone d’amore ROCK ad Avril Lavigne

Questa canzone d’amore italiana semi-sconosciuta arriverà a toccarvi l’anima: Giampiero Artegiani – Le Rondini Sfioravano il Grano

Una canzone per sprofondare in un’altra dimensione – Mysteries Beth Gibbons

La mia personalissima canzone della vita – Don’t Cry – Guns n’ Roses

(Visited 6.905 times, 4 visits today)

58 commenti su “Come Trovare il Vero Amore con la Legge di Attrazione

  • 5 gennaio 2016 at 13:36

    Salve ho letto questa prima parte dell articolo su l attrazione nn ho commenti x ora solo a fine stesura potro’ trarre delle valutazioni dietro le mie esperienze naturalmente. Grazie comunque di condividere degli argomenti tanto affascinanti.

    Reply
    • 5 gennaio 2016 at 16:44

      grazie a te Daniela, ti avviserò allora via email quando il tutto sarà completo 🙂

      Reply
  • 5 gennaio 2016 at 14:18

    Forse un fondo di ragione potrebbe esserci.. xo in altro caso ho fatto di tutto x mettermi in gioco nel migliore dei modi ma… il cimpagno nin si è uniformato anzi ancora di piu prevaricante.
    Proverò cmq chissà magari altri individui…
    grazie x articolo

    Reply
    • 5 gennaio 2016 at 16:47

      Ciao Delia, magari è solo successo il secondo degli scenari potenziali che ho descritto 🙂 :

      Scenari potenziali:

      il tuo compagno dopo qualche tempo continuerà a grattarsi con lo stesso impeto (e quindi la relazione finirà naturalmente (naturalmente il grattarsi è un esempio, il tutto deve applicarsi a UNA SOMMATORIA di esempi)
      più probabilmente non si sentirà alla tua altezza, e se riesci ad essere ferma e coerente in tal senso senza sbottare, succederanno questi sottocasi: deciderà a sua volta di cambiare e migliorarsi, oppure la relazione finirà e troverete entrambi compagni più adatti con la differenza che ora sei una nuova te stessa, migliore della precedente e predisposta per attrarre uomini più adatti alla tua nuova personalità (che piace anche a te)

      In bocca al lupo di cuore 🙂

      Reply
  • 5 gennaio 2016 at 15:33

    molto interessante…..non vedo l’ora di leggere gli alri articoli.
    grazie per la chiarezza e la semplicità del contenuto

    Reply
    • 5 gennaio 2016 at 21:22

      grazie a te Tiziana, sei molto gentile 🙂 in bocca al lupo 😉

      Reply
  • 5 gennaio 2016 at 15:53

    Non sono molto d’accordo su quanto scritto. Tutti mi descrivono come persona estremamente elegante e raffinata nei modi e nei comportamenti (e sento di esserlo, infatti), eppure attraggo uomini totalmente opposti a me. A nulla serve il far finta di niente, non mi hanno mai imitata in questa mia eleganza, arrivando dopo qualche tempo a buttarmela in faccia come snobismo. Risultato? Relazioni catastrofiche e che finiscono malissimo.

    Reply
    • 5 gennaio 2016 at 16:50

      però stai indirettamente riconoscendo che il problema è tuo:”attraggo uomini”. Ora posto che bisognerebbe sentire la campana di tutti 🙂 , così posso dirti poco.

      c’è un proverbio che dice “Se un uomo ti dà del somaro mandalo al diavolo. Se un altro uomo ti dà del somaro mandalo al diavolo. Se un terzo uomo ti dà del somaro, comprati una sella.”

      Posso dirti “ti capisco e ti comprendo ma questo non ti aiuta”. Se le casistiche si ripetono è SU TE STESSA che devi investigare, più che sugli uomini che attrai. Se vuoi parlarne oltre e rispondere a disposizione 🙂

      In bocca al lupo

      Reply
  • 5 gennaio 2016 at 16:11

    Ciao Michele, bellissimo articolo, ma io il vero amore l’ho trovato…. Credo sia stata la mia forza d’attrazione che non sapevo ancora dell’esistenza ma mi ha fatto incontrare proprio l’uomo che ho sempre voluto al mio fianco…. ci siamo conosciuti nel dicembre del 2006.
    Ora siamo sposati da 3 anni e abbiamo una bellissima figlia di 2 anni….

    Reply
    • 5 gennaio 2016 at 16:51

      ciao Elena, bellissima testimonianza la tua, vi faccio un grosso augurio e un grosso in bocca al lupo in generale per la vostra vita 🙂

      Reply
  • 5 gennaio 2016 at 17:27

    Si è così Michele. Spolverando i ricordi del mio passato posso dirti che ciò che ho desiderato l’ho attratto…. probabilmente col tempo le cose sono cambiate. Vuoi che ti racconti la mia esperienza? Bene, sembrerà strana ma, all’età di 16 (bruttina, cicciottina e munita di occhiali), nei miei pensieri vi era costantemente il desiderio di un bel ragazzo, altissimo, con la vespa, perché avrei voluto viaggiare tanto con lui.
    la vespa non l’auto ahahahahah.
    Bene a 18 anni ho conosciuto Roberto fisico da fotomodello, alto 1,95 mt, intelligente e con la vespa.
    ho vissuto con lui anni di fidanzamento e tanti di matrimonio.
    non siamo stati capaci di trattenerci ed ancora oggi parliamo con il pensiero. Io penso e lui risponde con un sms. lui pensa e se mi è vicino, rispondo ad alta voce.
    che peccato….
    grazie però, sei molto divertente nell’esporre le tue linee di pensiero. trovo per altro sia il metodo giusto, easy e vicino a persone come noi.
    buona serata.

    Reply
    • 5 gennaio 2016 at 21:27

      ” Vuoi che ti racconti la mia esperienza?”
      Ma anche no 😀
      Scherzo…
      La legge dell’attrazione in amore funziona e assai spesso è precisa, e il tuo racconto ne è una testimonianza incredibile. Funziona perché si parla di persone, e le persone SENTONO i nostri pensieri e le nostre emozioni. Se c’è un campo dove ci si deve abbandonare, e anche tanto, alla legge di attrazione è proprio quello dell’amore. In ogni caso integrerò l’articolo con dei suggerimenti PRATICI.
      Ti ringrazio per il resto, gentilissima Cinzia 🙂

      Reply
  • 5 gennaio 2016 at 17:48

    ciao Michele ho letto l’articolo…..molto interessante mi piace, devo dire che su alcune cose hai ragione aspetto il seguito…….

    Reply
    • 5 gennaio 2016 at 21:29

      Ok Maria Diana, il seguito ti stupirà, perchè si va SUL PRATICO, che è quanto piace a me 😉

      Reply
  • 5 gennaio 2016 at 18:23

    Ciao Michele
    Ho letto con interesse il tuo studio e concordo sul fatto che è importante x attrarre gli uomini ‘giusti’ il lavorare innanzitutto sulla propria autostima e questa è la cosa che sto facendo in attesa di risultati!!
    Grazie x il tuo interesse e x quanto metti a disposizione di tutti noi
    Antonella

    Reply
  • 5 gennaio 2016 at 23:27

    …SUCCEDE CHE spesso le donne sono molto asserive, se nn ci nascono, sicuro LA VITA CE LE FA DIVENTARE. IL PROBLEMA SONO GLI UOMINI….diventa quindi difficile, se non impossibile, attrarre qualche ASSERTIVO, se ne contano sulle dita di due mani per ogni continente. Dilaga prepotenza e aggressività, caratteristiche predominanti della forza maschile Yang, guarda il mondo come è ridotto…ho sempre pensato che fosse meglio stare a casa con i miei libri e così ho fatto. Mi sono migliorata, sto bene con me stessa e mi piaccio molto. La risposta dal mondo maschile è stata “METTI PAURA. TU SEI UNA CHE SPAVENTA GLI UOMINI”. Ecco, tanto lavoro per nulla…e questo perchè calma e compassata ho faticato a diventarci ma ora lo sono. Parlo piano, da SIGNORA, come dici tu, dico cose sensate, nn apro la bocca senza prima pensare.. Ma tutto ciò spaventa…e io mi annoio a morte, ad uscire in tutta questa pochezza che mi abbruttisce…in queste realtà metropolitane dove la massa va a messa….guardano ancora la TV…. Che brutta trappola…. ma un consiglio per me ce l’hai? Grazie per una risposta. Federica

    Reply
    • 6 gennaio 2016 at 08:54

      Ciao Federica, mi spiace ma non concordo con il tuo messaggio 🙂 , e non in quanto uomo naturalmente, in quanto ragionare per generalizzazioni è un boomerang pericoloso.
      Se credi che TUTTI gli uomini siano “in un certo qualsiasi modo, positivo o negativo che sia” il tuo cervello fortificherà la credenza e ti farà vedere persone e situazioni di un certo tipo, coerenti con il tuo modo di pensare.

      “Mi sono migliorata, sto bene con me stessa e mi piaccio molto. La risposta dal mondo maschile è stata “METTI PAURA. TU SEI UNA CHE SPAVENTA GLI UOMINI”. Ecco, tanto lavoro per nulla…e questo perchè calma e compassata ho faticato a diventarci ma ora lo sono.”

      Innanzitutto non è tanto lavoro per nulla, perchè uno non deve MAI fare qualcosa per qualcuno che vada contro se stessi. Il lavoro lo devi fare per te a prescindere, per diventare una persona migliore. E gli altri, persino con le loro cattiverie, se si ha il sangue freddo di saper ascoltare (anche a freddo), sono UN’OTTIMA CARTINA DI TORNASOLE per sapere cosa migliorare. Dietro anche il più stronzo, si nasconde un cervello, magari spesso assai bacato secondo noi, ma comunque un cervello che può partorire anche qualcosa di buono.
      In secondo luogo per “mondo maschile” intenderai comunque una minuscola porzione. Anche fossero stati 100 uomini, è un campione infinitesimale per farti scoraggiare. Ti assicuro che al mondo, uomini o donne che siano, ci sono persone MERAVIGLIOSE, e vale la pena concentrarsi su quelle :).
      Non sarebbe significativo come campione se io cercassi di accoppiarmi provandoci a nastro con le 50 donne di un monastero di monache di clausura.Farei l’errore a posteriori di dire “TUTTE” le donne sono “qualsiasi aggettivo” e sbaglierei alla grande (esempio estremo atto solo a scardinare il discorso delle generalizzazioni).

      Il consiglio è sempre lo stesso: migliorare, migliorare migliorare, ed essere come coloro che si vogliono attirare; così, con questa mentalità, attireresti solo coloro che pensano “LE DONNE SONO TUTTE” ed è questo l’errore, te lo dico con il massimo rispetto, una risposta “ti capisco Federica” non ti aiuterebbe anche se la percepiresti come gentile 🙂

      Un abbraccio di cuore e un in bocca al lupo.

      Reply
  • 6 gennaio 2016 at 00:25

    carino…

    Reply
  • 6 gennaio 2016 at 02:35

    Ciao Michele,
    molto interessante il tuo articolo e anche divertente.
    Sto riflettendo su “l’assertività” – dalla descrizione, mi sembrava di averla questa qualità, ma non sono una persona sana e ho poca autostima, quindi ritengo di non essere neppure assertiva .. ci devo pensare.
    Anche nella storia dello straccio e del secchio, mi ritrovo – anche io mi comporto così, istintivamente e senza provare alcun risentimento, anzi lo faccio volentieri, poi ci sono persone che collaborano è vero, però bisogna stare attenti a quelle che invece approfittano sempre e si comportano come se il nostro dare fosse sempre dovuto.
    In amore non ho avuto buone relazioni.
    Aspetto il seguito
    Grazie

    Reply
    • 6 gennaio 2016 at 08:35

      ciao Silvana 🙂
      diciamo che assertività e autostima vanno a braccetto, sono qualità che NESSUNO possiede virtualmente al 100%, saremmo delle macchine.
      Concordo al 100% degli approfittatori, intanto uno fa il suo, poi se ci si accorge, e lo si fa facilmente, che uno se ne approfitta, sapremo come mettergli un freno istantaneo.
      Vedrai che quelle future andranno meglio, lavora su te stessa e fatti conoscere da un campione di persone sufficientemente alto, è quello il trucco 😉
      In bocca al lupo Silvana

      Reply
  • 6 gennaio 2016 at 07:00

    Che dire? Avrei dovuto conoscerti e leggerti alcuni anni fa…sicuramente nn sarei così incasinata oggi….senza soldi, zero autostima, m senza un amore,,, ma quello l ho scelto io…almeno credo…x ché so di dovermi migliorare tanto e so che così come sono nn concluderei nulla con un altra persona…..oltre che naturalmente la mia scelta di no compagno è anche la somma di forti delusioni riguardanti gli uomini!

    Sono d accordo con tutto quanto ho letto , sono curiosa x la seconda parte!

    Reply
    • 6 gennaio 2016 at 08:59

      ciao Loredana, intanto ti ringrazio e ti dico anche NON affidarti mai a nessuno e prendere per oro colato quanto si afferma, me compreso naturalmente, anche se ti ringrazio e sei molto gentile 🙂
      Lavoriamo su tutto non ti preoccupare, comincia da ADESSO, piccoli obiettivi per quanto riguarda l’aspetto lavorativo/soldi e miglioramento personale, per quel che concerne lavorare sull’amore.
      Poi vedremo l’aspetto più pratico perchè conta tantissimo, lo scriverò di getto in questi giorni e avviserò tutti per email 🙂
      NON PREOCCUPARTI che sistemiamo le cose! 🙂
      Abbraccio 😉

      Reply
  • 6 gennaio 2016 at 08:26

    E tutto si ricongiungersi, no autostima, no relazione giusta…

    Reply
    • 6 gennaio 2016 at 09:00

      E’ già un ottimo passo capirlo, non so se ti riferisci a una relazione attuale o passata, in ogni caso non fare/fate l’errore, specie dopo aver letto articoli come questo, di pensare che la persone che è a fianco non è adatta. Anzi. Io invito a PROVARE A RICOSTRUIRE prima, mettendoci tantissimo del proprio, poi se non va, pazienza, si impara, si cresce e si passa oltre.

      Comunque Loredana, come ti ho scritto sopra: NON PREOCCUPARTI E RICOMINCIAMO 🙂 !

      Reply
  • 6 gennaio 2016 at 10:09

    Ciao Michele
    grazie x il tuo articolo molto interessante .Sono una donna di 50 anni con diverse 2 esperienze relazionale lunghe e finite male . Da un anno cerco un ipotetico compagno In questi anni mi sono accorta di aver attratto solo persone egoiste con la capacita di indurmi ai loro voleri ,Purtroppo faccio molta fatica a essere assertiva quando sono emotivamente coinvolta in relazione .E quando provo essere assertiva in una questione sembra che quello che dico sia ingiusto oppure che non abbia diritti di compressione anche x me. Spero che in questo percorso con te un po di chiarezza nei miei comportamenti faccia luce . Grazie

    Reply
    • 7 gennaio 2016 at 10:45

      Ciao Valeria, non considererei le esperienze precedenti come “finite male”, vi siete amati e voluti bene e questo conta, le altre persone trasmettono parte di loro in noi e sta a noi prendere il positivo, per quanto la vita a volte, e le persone stesse naturalmente, ci mettono del loro.

      Non è che sbagli necessariamente qualcosa, non sempre funziona così. Concentrati sul cambiare indipendentemente da chi hai o avrai a fianco, e il resto dell’articolo che scriverò spero ti aiuti NELLA PRATICA, perchè è quello anche e soprattutto che serve. A presto, non complevolizzarti e grazie a te 🙂

      Reply
  • 6 gennaio 2016 at 12:03

    Intanto grazie per i contenuti e la leggerezza con cui tratti argomenti così importanti. Nel mio caso tutto coincide… scarsa autostima, scase relazioni o almeno qualità disastrose. Attendo il seguito.
    Buona giornata

    Reply
    • 7 gennaio 2016 at 10:46

      ciao Cristina, grazie a te per il tuo commento 🙂
      Comincia a lavorare fin da oggi per la tua autostima, già aver individuato un potenziale “difetto” è moltissimo nel percorso, sia quando si parla di obiettivi e sia di crescita personale pura. A presto e buona giornata anche a te 🙂

      Reply
  • 6 gennaio 2016 at 15:51

    Salve ho letto il suo articolo è da un po chem seguo i suoi articoli sulla legge dell attrazione e mi stanno aiutando molto per i miei problemi in amore e sulla mia autostima e auto controllo sto ancora lavorando su me stesso ma posso dire che mi sono molto di aiuto i suoi articoli e le persone che mi stanno vicino vedono un cambiamento positivo in me… attraggono solo cose belle anche se ogni tanto casco ma ci sto lavorando… che dire se non grazie attendo la fine del suo articolo molto interessante

    Reply
    • 7 gennaio 2016 at 10:48

      Ciao Alex, mi permetto di darci del tu 🙂 (se non creo problemi)
      La legge di attrazione è solo uno degli aspetti, per questo ho dato la mia versione PRATICA, ma c’è anche tutto il resto, difficilmente busserà qualcuno alla porta se ce ne stiamo in casa ecco 🙂
      Felicissimo di un tuo cambiamento, non mollare allora 😉 A presto!

      Reply
  • 6 gennaio 2016 at 16:21

    Ciao Michele 🙂
    Grazie per condividere i tuoi articoli!
    Pienamente d’accordo sulle tue riflessioni. Immagino tu le abbia sperimentate di persona…
    Un abbraccio attendo le prossime letture ?

    Reply
    • 7 gennaio 2016 at 14:41

      Ciao Emanuela, certo naturalmente faccio parte di questa terra anch’io e per primo come te/voi vivo sulla mia pelle esperienze di ogni genere 🙂
      Poi naturalmente ho tante testimonianze, casistiche ed essendo per formazione analitico, mi informo e do il mio filtro delle cose che naturalmente è ben lungi dall’essere verità assoluta, mi sforzo in ogni caso di raffinare via via che mi formo/imparo
      A prestissimo e grazie a te 🙂

      Reply
      • 10 gennaio 2016 at 21:20

        forse fai ragione. ad un tratto nella mia vita mi sono sentita bene. ero felice e attiravo un bel po di persone. tipi nn troppo affidabili. ma sono stati interessati a me x un po. poi ad un tratto x varie ragioni mi sono rinchiusa un po in me stessa. forse xche avevo scelto chi mi interessava. ma io nn interessavo a lui. alla fine sono scomparsi tutti. come se fossi diventata poco interessante invisibile. e la mia autostima e diminuita un bel po. faccio fatica, pur sapendo quando valgo, le sfide che ho superato e le mie limitazioni fisiche, a mantenere alta la mia autostima o come dice la legge di attrazione a restare nel flusso.

        Reply
        • 10 gennaio 2016 at 22:14

          Ciao Michela 🙂
          In questo articolo c’è forse la soluzione a molti problemi http://www.michelemocciola.it/mentalita/come-aumentare-autostima/ (applicandolo naturalmente)
          c’è una versione dell’autostima basata sulle AZIONI e OBIETTIVI, anche piccoli, che si decidono di portare avanti nel quotidiano. Si diventa in questo modo NATURALMENTE SELETTIVI e non ci si mette in condizioni di “essere scelti” ma piuttosto di scegliere 🙂
          Un grosso in bocca al lupo per tutto Michela

          Reply
  • 6 gennaio 2016 at 16:29

    Ciao Michele! Grazie per condividere i tuoi articoli! (Finalmente uomini pronti ad avere un contatto più profondo con le donne!)

    Pienamente d’accordo con le tue riflessioni, immagino tu le abbia sperimentate di persona… 😉
    Mi ritrovo tutti i giorni ad affrontare queste questioni (lavoro con e per le donne) e leggerò loro il tuo articolo!

    Un abbraccio, attendo la prossima lettura ?
    Grazie

    Reply
  • 6 gennaio 2016 at 18:30

    Grazie. Mi ha fatto riflettere per l’ennesima volta sulla legge di attrazione e il suo funzionamento o non funzionamento. Aspetto i prossimi articoli.

    Reply
    • 7 gennaio 2016 at 10:49

      grazie a te Disma 😉
      La legge di attrazione va messa A NOSTRO SERVIZIO così come tanti altri paradigmi motivazionali che INDUCONO ALL’AZIONE.

      Reply
  • 6 gennaio 2016 at 19:37

    Non ci sono vie migliori x capire le situazioni che seguire questi articoli. Ho provato di tutto anche Scientology e mi sono sempre trovata capo a punto senza una via d’uscita….niente da fare il cambiamento non arrivava e mi sentivo sempre più confusa ed arrabbiata. Leggendo l’aricolo ho capito bene ciò che in realtà già sapevo ma che non applicavo. Sto mettendo in pratica il consiglio sugli obiettivi di ogni giorno e funziona. Certo mantengo fede al mio sogno, ho una chiarissima idea di chi voglio al mio fianco xò ho capito che mi devo prendere la RESPONSABILITA’ di cambiare me stessa anche se non è facile. Voglio cominciare questo nuovo anno non coi propositi ma con le azioni. Credo molto nei risultati positivi che avrò e aggiornerò regolarmente il mio cammino di crescita personale. Un GRAZIE infinito e la promessa di seguire sempre questa guida fantastica che l’Universo mi ha fatto trovare.

    Reply
    • 7 gennaio 2016 at 15:05

      Ciao Rossella sei gentilissima, ti dico altrettanto di affidarti con cieca fiducia mai a nessuno NE’ TANTOMENO AL SOTTOSCRITTO, ma solo a te stessa. Abbi cieca fiducia solo in te stessa. Questo l’ho imparato da Wayne Dyer 🙂
      Naturalmente sarà mia intenzione di dare una mano come posso e al meglio di quel che posso fare.

      Felicissimo che ti stia aiutando specie sugli obiettivi, è quello il mio massimo interesse e ti ringrazio per le belle parole che mi sono da stimolo 🙂

      Reply
  • 6 gennaio 2016 at 22:23

    Ciao Michele, sono Caterina, mi è abbastanza chiaro il discorso che tra simili ci si attrae e che la legge di attrazione è in azione, ma quello che mi sfugge nel mio caso in specifico è cosa è accaduto nell’ultima relazione …. io non riesco a capire su cosa ancora devo migliorare…
    L’ultimo compagno che ho avuto si era appena separato dalla moglie, è rimasto senza lavoro, ma di trovare un qualsiasi lavoro per poter guadagnare il necessario non ne ha voluto sapere, ha preferito attirarsi a se una donna molto ricca che lo sta mantenendo da tre anni. Se pur un sentimento d’affetto esisteva da parte sua, la situazione economica non gli ha concesso di poter stare con me…..
    Ora lasciando perdere il caso suo… ma torno a me…. il compagno precedente a questo….. storia simile… e gli altri hanno sempre uno sfondo economico che non quaglia… Se tu mi chiedi come vedo io lo stato sociale…. apparentemente ti dico che io ho assolutamente la necessità di sentirmi innamorata di un uomo per poter creare una relazione, non mi basta l’uomo ricco… Io mi mantengo da sola… Mi chiedo perchè attiro a me uomini con gravi problemi economici?? Giuro che non riesco a vedere cosa c’è dietro… Ho paura che il prossimo sia uno sbarcato a Lampedusa se continuo così.. 🙁 Grazie dell’aiuto

    Reply
    • 7 gennaio 2016 at 15:09

      Ciao Caterina, perfetto parliamone.
      Innanzitutto sarebbe una bella differenza se hai incontrato 57 uomini del genere o 3 ad esempio. MAI USARE LE GENERALIZZAZIONI, semplicemente perchè sono un sistema di AUTO-SABOTAGGIO e ti portano a rivivere le situazioni. Finisci col vedere ciò a cui già credi.

      Probabilmente una spiegazione, molto banale, potrebbe essere che sono tutti ITALIANI 😀 Possibile?
      E riflette lo stato sociale del momento 🙂 Lo dico come esempio inerente possibili vizi di categoria che non devono essere scambiati erroneamente come credenza universale limitante, è più una “battuta” che altro.

      Meglio se dici: non è funzionato con Marco, Egidio, Franco e Giovanni piuttosto che dire “attiro SOLO ecc. o attiro SEMPRE” due paroline innocue ma che fanno DANNI e parecchi, se usate come sopra, errore che facciamo “””tutti””” sia chiaro 🙂 (altra generalizzazione 😉 )

      Potrebbe essere anche che, alcuni di questi, cercano di “sistemarsi” e approfittarsene, certo che succede. Ne conosco personalmente.

      Sii più furba di non scoprire subito le carte del tuo “benessere” a presentarti in maniera umile e non dare adito a eventuali “ricchezze e beni materiali” e ad essere selettiva; naturalmente è una cosa ben diversa non avere soldi, può capitare a tutti, ed essere un parassita senza ambizioni.

      Per ora ti dico questo, poi naturalmente se vuoi essere più specifica sono a disposizione 🙂

      Reply
  • 6 gennaio 2016 at 23:30

    Illuminante!!!!
    Attendo il continuo 🙂

    Reply
  • 7 gennaio 2016 at 01:19

    Avrei molto da dire, ma attendo la continuazione sono molto curioso , intanto medito e leggo .grazie.

    Reply
    • 7 gennaio 2016 at 15:10

      Perfetto Nik, a presto, intanto un pò di carne al fuoco su cui riflettere c’è, ed è anche un bene forse aver diviso l’articolo per farlo assimilare meglio 🙂

      Reply
  • 7 gennaio 2016 at 02:45

    Ciao Michele,ho appena letto l’articolo e l’ho trovato illuminante!
    Credo di aver capito perché ho avuto sempre rapporti fallimentari,dovuti alla mia scarsissima autostima per via di miei problemi di salute e perché facevo di tutto pur di mantenere in piedi la relazione,anche a costo di essere remissiva e possessiva. Ora voglio davvero migliorarmi e seguire i consigli per essere me stessa e per piacermi davvero così come sono!
    Ho solo una domanda: credi che durante questo percorso per migliorare riuscirò anche a capire che tipo di persona voglio al mio fianco?O la legge d’attrazione già lo sa per me e lo attirero’ di conseguenza una volta che avrò migliorato me stessa?Perché devo dire che a quasi 28 anni non ho ancora capito che tipo di uomo è perfetto per me…

    Reply
    • 7 gennaio 2016 at 15:13

      Mi spiace sinceramente per il problemi di salute che spero con il cuore siano alle spalle e che ti abbia lavorato e stia lavorando, come puoi, su quelli 🙂

      Per il resto credo che la chiave sia nell’assertività. Essere gelosi e possessivi non è sano e porta al contrario di quel che si cerca di salvaguardare.

      Io dico sempre di concentrarsi su se stessi, avere una vita piena, e rispettare i propri impegni. Se ti piace un ragazzo devi essere più SELETTIVA. Se parti in quarta subito dai potere al prossimo. E spesso è potere mal riposto. Se hai una vita piena, lavori per conoscere più persone, LAVORI SULLE TUE PERSONALI AMBIZIONI E OBIETTIVI, sei NATURALMENTE SELETTIVA.

      Lascia stare la legge di attrazione in senso stretto, migliora solo te stessa e moltiplica le occasioni sociali, fai conoscere la nuova te stessa.

      Per conquistare il tuo uomo ideale devi prima conquistare te stessa.

      Ne riparleremo Justine, per ora ti faccio un grossissimo in bocca al lupo 🙂 Forza!

      Reply
  • 7 gennaio 2016 at 16:58

    Ciao Michele,
    Ho giusto da poco partecipato ad un incontro in cui si parlava proprio di comunicazione assertiva: che sorpresa leggerne anche nel tuo articolo!
    Evidentemente sono pronta: grazie di questi consigli pratici!

    Reply
    • 7 gennaio 2016 at 17:09

      Ciao Silvia, “l’attrazione” è al lavoro 😉
      L’interesse crea percezione, vedrai e vedi quel che vuoi vedere, quindi tanto vale concentrarsi su dei “PARAOCCHI POSITIVI”
      Un saluto, grazia a te per essere qui, eccome se sei pronta 🙂

      Reply
  • 7 gennaio 2016 at 21:41

    Ciao Michele è la prima volta che ti scrivo ma ti leggo volentieri. Non è un caso che io abbia trovato i tuoi articoli. Sono anni che seguo la legge di attrazione e devo dire che anni fa mi ha aiutato ad uscire da un enorme tunnel. Ho trovato anche la mia dolce metà. Quindi sono stata brava..ma… poi ricadi nelle vecchie abitudini (o pensieri) e quindi tutto vola via. Certo oggi sono più consapevole dei miei pensieri e quindi spesso mi fermo e rifletto sulle cause create da me stessa. In amore sembrerà strano ma non è così semplice secondo me, troppe difficoltà che nascono e devi essere forte, spesso provo a pensare ad immaginare e a vivere una determinata situazione (convivenza) ma poi quando esco dal cosiddetto “SOGNO” la realtà ti si catapulta dicendoti era un sogno…. Vorrei tanto dei tuoi consigli/pareri su come dovrei ancora lavorare su me stessa. Dimenticavo su una cosa devo darti pienamente ragione io sono gelosa e spesso possessiva ma la colpa non è di lui ma la poca fiducia che alcune volte ho in me stessa.
    Un abbraccio di luce

    Reply
    • 7 gennaio 2016 at 22:26

      Ciao Lucia 🙂
      difficile dirti troppo non conoscendoti 🙂
      Rimane fisso il fatto di lavorare su se stessi e fortificare l’autostima.

      Ti incollo a tal proposito quanto ho scritto a Justine:

      “Per il resto credo che la chiave sia nell’assertività. Essere gelosi e possessivi non è sano e porta al contrario di quel che si cerca di salvaguardare.

      Io dico sempre di concentrarsi su se stessi, avere una vita piena, e rispettare i propri impegni. Se ti piace un ragazzo devi essere più SELETTIVA. Se parti in quarta subito dai potere al prossimo. E spesso è potere mal riposto. Se hai una vita piena, lavori per conoscere più persone, LAVORI SULLE TUE PERSONALI AMBIZIONI E OBIETTIVI, sei NATURALMENTE SELETTIVA.

      Lascia stare la legge di attrazione in senso stretto, migliora solo te stessa e moltiplica le occasioni sociali, fai conoscere la nuova te stessa.

      Per conquistare il tuo uomo ideale devi prima conquistare te stessa.”

      “io sono gelosa e spesso possessiva ma la colpa non è di lui ma la poca fiducia che alcune volte ho in me stessa.”

      Già il fatto che tu lo riconosca Lucia significa che SEI MOLTO AVANTI, il primo passo è riconoscere che è un problema e poi lavorarci.
      Wayne Dyer a tal proposito affermava che la persona sana è virtualmente libera, non blocca l’altro ma lo ama solo, e questo è paradossalmente anche il miglior sistema per tenerselo stretto (LEGGASI: diventare prima “sani” mentalmente, AUTOSTIMA, ASSERTIVITA’, ESSERE COME SI VUOLE ESSERE, e FARSI CONOSCERE DA UN MUCCHIO DI GENTE, la legge di attrazione non bussa alla tua porta, il fatto che tu sia qui a leggermi NON è un caso ma sono stato io che ti ho ATTIRATO con strategie di marketing BEN PRECISE altrimenti non mi avresti trovato, tu come gli altri s’intende, “solo per forze universali e poteri divini”, il caso è il mio peggior nemico e lavoro personalmente ogni giorno per minimizzarne gli effetti se nefasti 🙂

      Un abbraccio e in bocca al lupo Lucia 😉

      Reply
  • 10 gennaio 2016 at 19:30

    Ciao Michele,
    tutto vero. ..per vari motivi (i miei volevano un maschio quando sono nata io) mi sono sentita una nullità per tutta la vita e incredibilmente ho attirato solo altre nullità nella mia esistenza. Sto lavorando alla mia autostima e confido di innalzare il mio target così c’è la farò ad avere accanto una persona decente una volta tanto!!!!

    Reply
    • 10 gennaio 2016 at 20:54

      Non essere troppo severa con te stessa Mariella (in generale dico) 🙂
      Hai fatto benissimo a lavorare sull’autostima perché se non è il primo passo di tutta la crescita personale, poco ci manca. Completerò l’articolo anche con consigli più pratici e avviserò tutti via email 🙂
      Un caro saluto, buon lavoro e in bocca al lupo 😉

      Reply
  • 11 gennaio 2016 at 08:28

    L’unica cosa che mi rimane è una gran voglia di comprare il libro degli ambi ?. A parte gli scherzi, da questo punto di vista si può dire che sono esattamente come te, quando racconto qualcosa cerco di dare quanti più elementi possibili all’interlocutore. Per quanto riguarda l’articolo è molto interessante e pieno di cose vere. Quando non ci amiamo attiriamo sia persone che non si amano, sia persone che non fanno per noi, ma che sono lì solo per colmare un vuoto più che per essere amate veramente. Userò molto i tuoi consigli. Ti ringrazio e ti auguro il meglio

    Reply
    • 11 gennaio 2016 at 10:09

      ciao Mario 🙂 , magari fosse stato un libro, erano numeri diretti 😀
      “Quando non ci amiamo attiriamo sia persone che non si amano, sia persone che non fanno per noi, ma che sono lì solo per colmare un vuoto più che per essere amate veramente.” sì, sembra essere così infatti, la cosìddetta AUTOSTIMA gioca un ruolo molto importante in molti settori della vita, lavorativo e interpersonale primariamente.
      Grazie a te e in bocca al lupo 😉

      Reply
  • 23 gennaio 2016 at 17:29

    Ciao ho letto la prima parte dell’articolo..aspetto il resto ma so che hai ragione..fino ad ora ho attirato uomini sbagliati x me ..che hanno finito sempre x farmi del male !devo aumentare la mia autostima piacermi di più x attirare il meglio !!!

    Reply
  • 23 gennaio 2016 at 21:45

    voglio che succede !!
    ma succederà ??

    bellissimo quello che hai scritto

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi