Come attrarre soldi, ricchezza e abbondanza nella tua vita

Chiariamo subito una cosa: la legge di attrazione in senso stretto NON mi piace. Perché non sopporto le soluzioni semplicistiche: “Fai del bene e la vita ti ricompenserà” “Sii te stesso e l’amore arriverà” “Se ti impegni a fondo raggiungi qualsiasi risultato” “Tutto quello che ti accade lo hai voluto tu”. Non diciamo baggianate per favore.

La straordinaria interpretazione di Leonardo Di Caprio - The Wolf of Wall Street
La straordinaria interpretazione di Leonardo Di Caprio – The Wolf of Wall Street

Un conto è la filosofia di base secondo la quale possiamo essere grossomodo i responsabili del nostro destino e futuro lavorativo e professionale, altro conto è affermare in maniera totalitaria che QUALSIASI cosa accade è perché l’abbiamo in qualche modo attirata. Così come tutti i 300 passeggeri e passa di un Boeing 747 che si schianta al suolo? Neonati o anziani che fossero? Tutte le migliaia di vittime di un terremoto? Mi fermo qui.

Una visione più onesta del tutto è che ci sono sì ottimi principi di motivazione personale ma è altrettanto vero che è necessario, se vogliamo essere intellettualmente onesti, mettere un limite in situazioni limite come queste. E’ più fico dire che attiriamo tutto quello che ci accade nella nostra vita, ma diventa ridicola e anche offensiva come ogni cosa portata all’estremo che contraddice chiaramente il buon senso.

Mi sono sempre sforzato nella mia vita, e sempre lo farò, di trovare paradigmi motivazionali e metodi che funzionino in massima parte in fatto di obiettivi, evitando commenti semplicistici su incidenti, catastrofi e tutto il resto che fanno parte del sistema.

Il compito dell’uomo a mio avviso è quello di minimizzare, con il pensiero e la derivante tecnologia, la componente caso dall’equazione (che include i difetti di cui sopra).

Prendiamo un desiderio x da cui nasce al tempo t un obiettivo X ben preciso. X è uguale a “VOGLIO POSSEDERE UNA FERRARI DI COLORE ROSSO” senza specificare entro quando.

Il sogno di un qualsiasi appassionato di auto di lusso: una Rossa del Cavallino
Il sogno di un qualsiasi appassionato di auto di lusso: una Rossa del Cavallino

Nella mia vita precedente alla nascita di x (ovvero nel periodo di tempo precedente a t) il desiderio x è inesistente. Le probabilità di raggiungere X prima di t esistono eccome e sono dipendenti dal CASO (che in questo caso è un amico anacronistico dell’obiettivo X, nel senso che agisce a priori). Sono probabilità bassissime, seppur esistenti. Nella realtà pratica esiste sempre una certa probabilità che riceva in eredità da uno zio lontano parente una FERRARI DI COLORE ROSSO, o che qualcuno me la regali, o che la vinca a un concorso passivamente ecc. Naturalmente sono probabilità infinitesimali, ma comunque importanti per l’analisi della “formula” e adesso vediamo perché.

Supponiamo di avere a disposizione un tempo infinito prima dell’istante t. Se il tempo è infinito la probabilità di X prima ancora della formulazione del desiderio è CERTA. Nel senso nello spazio degli eventi associati ad un tempo infinito anche probabilità bassissime raggiungono la CERTEZZA, proprio per la definizione di infinito.

Naturalmente nella realtà pratica non abbiamo a disposizione un tempo infinito. Però abbiamo un’altra variabile su cui possiamo giocare: x, il desiderio, da cui discende X, l’obiettivo. Tanto più l’intensità di desiderio x è grande, tanto più la probabilità di raggiungere X è vicina a infinito (alla certezza dell’ottenimento).

Quindi possiamo ragionevolmente affermare che la probabilità di raggiungere un obiettivo X deriva da due fattori fondamentali (che poi magari si scindono in mille altri, ma non è questa la sede di analisi): l’intensità del desiderio x (che chiameremo Ix) e il tempo; c’è una proporzionalità diretta tra X e intensità di x e tra X e tempo assoluto (che chiamiamo T)

Possiamo scrivere questa formula: P(X)=Ix + T, ossia:

La probabilità di raggiungere X è certa se è infinito almeno uno tra questi due fattori (tempo T e intensità di pensiero Ix)

La rapidità massima con cui P(X) raggiunge infinito è quando sono infinite entrambe le variabili Ix e T (anche se forse matematicamente la mia prof di analisi si incacchierebbe perché se non erro due infiniti che si sommano non danno rapidità maggiore di un singolo infinito, ma me ne frego altamente 🙂 )

Andiamo SUL PRATICO…

Quanto più desidero di ottenere una FERRARI ROSSA e quanto più PASSA TEMPO tanto più la probabilità di ottenimento si avvicina a infinito (al 100%) insomma. Naturalmente in questa formula si trascurano moltissime componenti che vanno a boicottare il tutto (esempio se schiatto la probabilità va a farsi fottere).

Il tempo posso controllarlo entro certi limiti. Nel senso ragionevolmente entro 100 anni schiatterò. E inoltre, NEL PRATICO, se desidero una FERRARI ROSSA me la voglio godere quando ho ancora tutti i denti.

Quindi sulla variabile tempo non posso farci nulla. Quel che posso fare è giocare sulla variabile Ix.

Ossia quanto più desidero una cosa tanto più massimizzo la mia probabilità di ottenerla. Già detta così si vede l’approssimazione di questa formula. Ossia se desidero e non mi attivo, ciao ciao Ferrari.

A questo punto ci viene incontro WIKIPEDIA e la sua “definizione” di pensiero:

Il comportamento o l’azione sono succedanei al pensiero in quanto “les jeux sont faits” già al livello del pensiero. Il comportamento non è altro che l’estrinsecazione di una visione del mondo al livello del pensiero. Da questo punto di vista la vera azione si opera già al livello del pensiero ed il comportamento è solo un fenomeno secondario o derivato.

Quindi diciamo che è una buona approssimazione vista così. Ossia se la mia intensità di desiderio è grandissima, LE MIE AZIONI EFFICACI SARANNO ESPONENZIALI, rispetto a basse intensità. Le azioni derivano dal pensiero, o meglio ancora dall’UMORE (che a sua volta discende dal pensiero e da altre cose pratiche). Umore alle stelle produce il massimo numero di azioni efficaci. Umore a terra porta all’immobilità totale.

Prima ancora di parlare di piano di azione e obiettivi, per quanto la mia mentalità fortemente PRATICA nella vita reale cozza con quanto sto per affermare, bisogna lavorare, e tanto, tantissimo, a livello di MENTALITA’. Allenare la mente prima a capire questi meccanismi e immediatamente dopo ad applicarli.

Quando hai un desiderio, così come quando non lo hai, quel che devi innanzitutto fare è capire che l’umore, ossia IL COME TI SENTI, è la variabile probabilmente più importante di tutte. Il grande coach già del Barcellona, ora del Bayern di Monaco, Pep Guardiola ha questa bellissima quanto vera filosofia motivazionale: se un giocatore è FELICE, quello stesso giocatore RENDE. La felicità condiziona pesantemente rendimento e impegno. Quindi se già la felicità è uno scopo a se stante nella vita, alla fine è quello che tutti vogliamo, diventa FONDAMENTALE proprio in fatto di obiettivi. Si Vince Due Volte.

Nella vita la cosa più importante per definizione è ESSERE FELICI.

Ed è per questo che il mio personaggio preferito in Matrix è probabilmente quello che tutti odiano di più: SEIFER

Se desideri attirare abbondanza, ricchezza e in generale realizzare i tuoi obiettivi nella vita, la prima cosa che devi fare è ESSERE FELICE. Sì… lo so… non è una risposta che ti piace. Però ti dico questo. Ti dico che in questo momento non scambierei la mia vita per niente al mondo ed è quello che desidero faccia e senta anche tu.

La ricchezza e l’abbondanza, saranno una DIRETTA CONSEGUENZA di COME TI SENTI ogni momento della tua vita. Una concatenazione di pensieri positivi e di sensazioni fortemente positive portano ad attrarre ciò su cui ti concentri. Questa è la parte migliore della legge di attrazione, perché francamente è vero.

Quindi, se il fatto che a me piaccia il personaggio di Seifer, ti fa sospettare che io sia un bastian contrario a prescindere, ti rispondo subito che, essendo mio interesse trovare paradigmi motivazionali e pratici sempre più efficaci per la realizzazione di un qualsiasi obiettivo una persona voglia raggiungere, il tutto mi deve portare per definizione, ammesso che io sia onesto intellettualmente, ad analizzare qualsiasi cosa, banale o complicata che sia, con la massima lucidità e oggettività.

Quindi sì, una grossa parte della legge di attrazione non è affatto da buttare (senza però scadere nel semplicismo e faciloneria). I pensieri e la tua abitudine a pensare in un certo modo, devono principalmente aiutarti a sentirti bene. Non devi condizionare la tua felicità al raggiungimento di obiettivi, al massimo di obiettivi istantanei.

Altrimenti si fa l’errore più grande di tutti: si pospone la felicità e la si condiziona sempre al raggiungimento di qualcosa.

Le si appioppa in definitiva una definizione che fa sì che sfuggirà sempre, ironicamente, proprio per la definizione che tu stesso le hai appioppato.

Se desideri qualcosa è FONDAMENTALE tu muova il culo. FONDAMENTALE. Il desiderio da solo non ti porta da nessuna parte. Ma è altrettanto importante che tu acquisisca la mentalità dell’essere FELICE e massimizzare il tuo UMORE secondo per secondo (il come fare è nel link precedente, qui è importante prima capire il cosa)

Se hai pensieri di abbondanza e ti abitui a distaccarti emotivamente da bollette che si ricevono, pagamenti antipatici, tasse, perdite e tutto il negativo e ciò che ti porta uno stato d’animo negativo, sei già sulla buona strada dell’abbondanza. Comincia ad abituarti a porre il tuo FOCUS verso agglomerati di atomi di abbondanza. Se la tua casa fa schifo e non hai la possibilità di grossi cambiamenti istantanei, appendi un quadro bellissimo e concentrati su quello. Se non hai la possibilità di acquistarti una macchina, considerati ricco per il fatto di poter passeggiare libero e in modo salutare per la città e di avere occhi per vedere le meraviglie della natura, il cielo stellato, le foglie colorate dell’autunno e tutto il resto.

No, non dico che ti devi accontentare di poco. La mia stessa filosofia di vita è quella di accelerare al massimo, premere sull’acceleratore a tavoletta.

Dico solo che sbagli se non sei felice all’istante, a meno di situazioni umanamente disastrose; grossomodo i problemi sono comuni a tutti, esistono, come affermava il dott. Wyer, persone che sono felici nonostante i problemi e persone che se ne lasciano, comprensibilmente, sopraffare.

Avere una mentalità di FOCUS aiuta a reggere bene per affrontarli e superarli alla grande, considerandoli come SFIDE. Diciamo che è la nostra stessa corteccia che viene messa a dura prova per allenarci a superare gli ostacoli che si frappongono tra noi  e i sogni. Conviene pensarla così. E quando lo credi, diventa la tua realtà.

Potrai dire. Ok tutto questo pistolotto, ma qui voglio sapere come fare soldi e attrarre ricchezza, cavolo!

Compreso il fatto che il sentimento di umore e felicità sono acceleratori imprescindibili dell’abbondanza, i miei consigli in tal senso sono i seguenti.

Innanzitutto devi imparare a non seguire direttamente i soldi, ma i BISOGNI e le NECESSITA’ delle persone. E’ dietro quelli che si nasconde il benessere, il “business”. Il mondo dei tuoi sogni non se ne frega, per definizione, nulla. Le altre persone sono, giustamente, concentrate su se stesse, sui loro problemi. Questo è un qualcosa che puoi usare a tuo vantaggio perchè inseguendo BISOGNI e NECESSITA’ delle persone, assicurerai loro un servizio e loro ti ricompenseranno per lo stesso. E’ una situazione win-win, in cui vincono tutte le parti in causa.

Quindi da un lato ti dico FAI QUELLO CHE AMI e assicurati che sia davvero ciò che vuoi e non un sogno piuttosto dettato da cultura e condizionamento; dall’altro ti dico: assicurati che questo risponda il più possibile a bisogni e necessità delle persone. Perchè è lì che è il “business”.

Non guardare i soldi all’inizio. Guarda il servizio che offri. Concentrati sul DARE VALORE alle persone.

Se attualmente stai facendo qualcosa che non ti interessa pienamente ci sono mille modi per migliorare comunque il tuo servizio per poi pian pianino virare verso qualcosa che incontri meglio le tue aspettative. Se sei un’infermiera addetta ai prelievi del sangue, fai questo gioco: allenati a dare un servizio impeccabile nel tuo piccolo, sorridendo e prendendoti cura dei tuoi pazienti, dispensando sorrisi, gentilezza. Chiedi se il servizio è stato buono, in cosa potresti migliorare ecc. Nel tuo piccolo. Si parte da lì.

Se sei nel punto di non sapere cosa fare nella vita, sia che tu abbia 15 anni, sia che tu ne abbia 70, parti pure da qui: come sapere cosa fare nella propria vita. Una volta scelto il tuo campo, assicurandoti, ripeto, il più possibile che risponda a bisogni e necessità sociali, pensa a formarti e a diventare bravo in quello che fai. FOCALIZZATI il più possibile. Non devi occuparti di tutto, diventa bravissimo nella cosa che ti piace di più. Frequenta colleghi, stringi alleanze, vai alle fiere di settore, scrivi articoli, crea un tuo sito personale, scrivi un libro, formati continuamente e dai valore alle persone senza pensare al ritorno. Per la “legge dell’attrazione” o, per meglio dire, per il principio di reciprocità di Cialdini, tutto ti ritornerà indietro moltiplicato e in sovrabbondanza.

Concentrati sulla STRATEGIA. Trova una persona di successo che rispecchia i tuoi ideali e MODELLALA.

Non devi reinventare la ruota. Tu vuoi qualcosa che funzioni. Ti serve una strategia. No, non devi partire da zero. Analizza una serie di persone che operano nel settore in cui vuoi operare, e con internet oggi siamo molto più avvantaggiati, studia le loro biografie, i loro business direttamente dai loro siti internet quando possibile.

Assicurati che i loro valori e filosofia siano allineati ai tuoi, non coincidenti, ma che siete sulla stessa lunghezza d’onda, moralmente e come mentalità in generale. O che comunque la persona a cui vuoi ispirarti abbia caratteristiche che ti piacerebbe possedere. Semplicemente MODELLALA. Studia i suoi prodotti, le sue strategie.

Se possibile fai coaching con lui, fa sì che diventi il tuo mentore. O trovane uno che abbia le caratteristiche suddette e che sia sulla tua stessa lunghezza d’onda. Che ti aiuti benevolmente e concretamente.

GODITI IL PROCESSO DI RAGGIUNGIMENTO. La felicità non è alla fine della strada ma è la strada stessa.

Questo articolo è stato steso in riferimento alla legge di attrazione, ma ti consiglio caldamente la lettura del seguente articolo più "neutro" su come fare soldi e come diventare ricchi con buon senso e lungimiranza.

In bocca al lupo 😉

(Visited 2.551 times, 1 visits today)

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi