Come usare la Legge di Attrazione in maniera pratica e efficace

Togliamoci questo dente: Non sono un fan sfegatato della legge di attrazione. Appena ho visto Il Segreto, pensavo di aver trovato il sacro Graal. Fa quest’effetto. E non ero certo a digiuno di libri di motivazione e di riflessioni su pensiero positivo e filosofia degli obiettivi in generale. Figuriamoci una filosofia del genere che tipo di presa possa avere su coloro che si affacciano per le prime volte sull’argomento scienza del pensiero e delle realizzazioni.

Nel documentario Il Segreto, che è dedicato in lungo e in largo alla legge di attrazione, ci sono molte cose buone, non lo nego. Tuttavia ci sono un sacco di affermazioni semplicistiche. Facciamo un’analisi onesta e vediamo come usarla al meglio.

Innanzitutto la legge di attrazione, secondo wikipedia, afferma che “ogni essere umano può agire come un magnete in grado di attirare a sé tutte le situazioni e le cose materiali che pensa con sufficiente intensità secondo il principio riassunto dal motto “chiedi-credi-ricevi”

Universo e legge di attrazione

Insomma se ci concentriamo con sufficiente intensità su un qualcosa che desideriamo, continuiamo a crederci, ringraziamo l’Universo per quanto abbiamo e manteniamo nel tempo questa frequenza di pensiero, siamo in grado di materializzare l’oggetto del desiderio.

Diciamo che la trovo una buona filosofia di base, ottima anche. A parte la parte inerente alle malattie di cui si parla nel documentario, e sulla quale francamente stendo un velo pietoso per la faciloneria e il semplicismo con cui viene trattata, la critica principale che mi sento di muovere nei confronti del documentario è questa: se non muovi attivamente IL CULO, le cose non accadono dal cielo per il mero concetto di attrazione.

Non si può e non si deve banalizzare il tutto così, per non illudere le persone e per massimizzare le probabilità di raggiungere un desiderio da parte della persona media.

Se vuoi qualcosa, e la desideri con sufficiente convinzione, preparati a moltiplicare il tuo solito numero di AZIONI.

Perché sono quelle a fare la differenza. Nel documentario ci sono esempi di attrarre ricchezza, soldi e abbondanza, come se non ci fosse un domani, con la sola forza del desiderio.

Non scherziamo per favore. La legge di attrazione è una buonissima filosofia di base, specie se si è a zero in fatto di motivazione, aiuta a capire l’atteggiamento giusto da tenere nella vita. Tuttavia se a questo non metti in atto una STRATEGIA furba e spietata per arrivare alle cose, i tuoi sogni rimangono tali nella tua doratissima campagna di vetro condita da tutti i buoni pensieri e propositi vari di faciloneria. “Ricordati che puoi attrarre tutto ciò che vuoi, bla bla bla”. NO!

Un bambino che nasce in un paese del terzo mondo, nella fame e nella miseria, non ha affatto le stesse probabilità di un bambino medio che nasce in Italia o in un paese occidentale. E se entrambi usano “la legge di attrazione” per attrarre un televisore nuovo, l’Universo al secondo lo ripaga con un televisore acquistato da mamma e papà, al primo fa una colossale pernacchia.

Un desiderio, un OBIETTIVO, dipende fortissimamente dalle condizioni iniziali.

Se Bill Gates desidera una Lamborghini Diablo gli basta un solo accenno di pensiero, se la desidera un barbone che parte da zero, dovrà investire una quantità esponenziale di pensiero (e azioni!) e non è detto che arrivi ad ottenerla pur facendosi strada e sgomitando nella vita. Questo non tanto per scoraggiare chi ha sogni, tutt’altro. Ma per capire COSA VERAMENTE fa la differenza, nel bene e nel male, prima di sferrare un attacco al plasma nella loro direzione.

Una splendida Lamborghini Diablo GT
Una splendida Lamborghini Diablo GT

In primo luogo consiglio questo: prima di investire energie fisiche e mentali inutili, devi assicurarti di sapere ciò che vuoi dalla vita in un dato momento. Molti dei tuoi desideri potrebbero essere dettati piuttosto dalla cultura e da continui segnali in ingresso (il cervello si nutre di pensieri e impulsi esterni). E sarebbe uno spreco non indifferente di tempo ed energie per poi scoprire che non solo non raggiungi il tutto, quanto che non te ne frega neanche nulla. Quindi ALT.

Parti dalle piccole cose e impara a portarle fino in fondo

Leggete attentamente quanto segue, tratto sempre da wikipedia “NeL’arte di non amareggiarsi la vita” (2013) lo psicologo cognitivo Rafael Santandreu critica duramente “The Secret”, sostenendo che la sua idea di fondo (Se desidero molto una cosa, alla fine la otterrò) è falsa e nociva. Per realizzare i nostri obiettivi, secondo Santandreu, è meglio desiderare qualcosa in modo pacato, acquisire le competenze necessarie, lavorarci quanto basta e avere un po’ di fortuna. Senza prendersela troppo se si fallisce. Desiderare troppo, come proposto invece da “The Secret” è controproducente, perché spinge a diventare ossessivi (come succede per gli anoressici o i bulimici) e perennemente insoddisfatti, cioè infelici. Come già intuito da Buddha, Epicuro o Schopenhauer, il desiderio esagerato è la fonte di tutte le sofferenze.

Sono in parte d’accordo, sicuramente totalmente d’accordo sulla critica al documentario. Meno d’accordo quando parla di pacatezza in fatto di desiderio. No, a mio avviso l’ossessione ci vuole eccome, POSTO di identificare con certezza ciò che si vuole e allenandosi con i piccoli desideri-obiettivi.

Io consiglio sempre che un buon obiettivo da raggiungere nella vita è quello di diventare un artista degli obiettivi. Imparare a REALIZZARE le cose (e non a desiderarle), e partire in maniera molto umile e costante da piccoli desideri e obiettivi a seconda del tuo personalissimo livello.

Il tuo unico concorrente è il te stesso di ieri, i confronti uccidono la felicità.

L’unico confronto che ti è permesso fare è con il te stesso di ieri. Quindi più che studiare in modo ossessivo la legge di attrazione, l’universo che collabora con te nella realizzazione di qualsiasi cosa, impara a porti un piccolo obiettivo, ad avere sì una giusta mentalità di base in fatto di pensieri e desideri, ma ricordati che è L’AZIONE RIPETUTA E CANALIZZATA che ti porterà a ottenere ciò che vuoi.

Parti pure dall’obiettivo: LAVARE I VETRI DI CASA entro X, e più che mandare segnali all’universo, trova una STRATEGIA. Una che implichi pianificazione del tempo e olio di gomito successivo (divisando tutta una serie di trucchi, come far diventare piacevole l’attività ascoltando e scoprendo nuova musica, facendo il tuo corso di inglese e via dicendo) oppure usando come strategia l’outsourcing: chiama un professionista del settore, se rientra nelle tue possibilità, e sii tassativo. Il tuo obiettivo è LAVARE I VETRI DI CASA ENTRO X, tutto il resto del mondo sparisce ragionevolmente. Naturalmente se non te ne frega nulla dei vetri non ha senso porselo, ti concentrerai su altro.

E’ un esempio piccolo e umile, però spero faccia capire che l’Universo da solo non fa nulla.

Molti fan estremisti della legge di attrazione potranno sostenere “No, ma non è che s’intende così, che c’entrano sti esempi”. Prendiamo allora un esempio direttamente dal documentario. La storia di Jack Canfield autore di vari libri della serie “Una tisana calda per l’anima”. Sostiene nel documentario di essersi concentrato sul guadagno di 100.000 dollari all’anno pur non sapendo come fare. Nulla è successo per un mese poi nella doccia gli viene in mente “un’idea da 100.000 dollari”  “se solo riuscissi a vendere 400.000 copie di un quarto di dollaro ciascuno”. A una conferenza a un college newyorkese (quindi già si presuppone che il tizio faccia conferenze, non proprio uno che sta col culo per terra, a sottolineare l’importanza delle condizioni iniziali) incontra una giornalista del National Enquirer che ha una tiratura milionaria, lei scrive un articolo sul giornale (a detta sua insomma) e puff, guadagna 90.000 dollari e rotti l’anno, sostenendo di aver attirato lui queste circostanze ecc.

Da come l’ho scritto sembrerebbe che giudico il tutto con sufficienza. In realtà dice cose bellissime e vere.

Il fatto di avere un atteggiamento positivo è fondamentale e aiuta a attirare (o meglio diventare consapevoli) circostanze favorevoli e emettere segnali positivi al prossimo.

Tutto giusto. Accanto a questo però, si deve sottolineare il fatto che non tutti diventano best seller, magari un sacco ci hanno provato con lo stesso metodo e hanno venduto due copie alla sorella e alla zia. Di solito si prendono sempre esempi come Bill Gates che parte da un garage o Joanne Rowling, la scrittrice di Harry Potter, che nei loro garage creano imperi milionari. Ok, ma quanti non ce la fanno e rimangono anonimi e non possono raccontare la loro storia? Magari per un esempio di questo genere ci sono milioni di anonimi che non ce l’hanno fatta e invalidano il tutto. E non possiamo sapere quanta energia abbiano investito.

Questo naturalmente NON DI CERTO PER TARPARE LE ALI, sognare in grande va benissimo. Ma la Legge di Attrazione VA AIUTATA con LA PRATICA E LE AZIONI

La cosa più importante su questa terra è però LA FELICITA’. Più importante di tutto il resto. Il miglior sistema per essere felici è non cercare di raggiungere cose che sono, ragionevolmente, non alla nostra immediata portata, ma concentrarsi al massimo, come dei laser, focalizzarsi su quelle situazioni e OBIETTIVI su cui possiamo avere controllo. Che sono ragionevolmente a tiro. E migliorare via via il nostro “algoritmo” e la nostra capacità di automotivarci per raggiungere GRADUALMENTE traguardi sempre maggiori GODENDO DEL PROCESSO DI RAGGIUNGIMENTO.

Ripeto: c’è del buono, dell’ottimo nel documentario se sappiamo guardarlo con gli occhi del buon senso. Quindi si salva alla grande tutta la parte e la filosofia relativa al ringraziamento, così come quella inerente in generale l’atteggiamento positivo e il fatto di nutrire i nostri obiettivi dei pensieri più positivi possibili, visualizzarli e crederci. E’ un’ottima filosofia di base.

Quel che dico è fuggire dalle trappole mentali che prevedono che con la sola forza del pensiero si possa raggiungere qualsiasi cosa.

Donald Trump affermava “Punta a diventare miliardario, male che vada diventerai milionario“. Il fatto che lui ce l’abbia fatta non dà automaticamente autorevolezza alla frase. La maggior parte delle persone leggono o guardano il documentario, provano a desiderare qualsiasi cosa che è chiaramente al di fuori della loro portata (una villa, auto di lusso, denaro a fiumi), non ci riescono e mollano tutto giustamente frustrati.

Magari c’è stata un sacco di gente nel mondo che come il nostro amico Trump ha puntato molto in alto non potendoselo permettere e non ha raggiunto il resto di nulla.

Hai tutto da guadagnare a partire da obiettivi a tiro, acquisire SOLIDE RADICI, GODERTI IL PROCESSO, essere SODDISTATTO per i tuoi PICCOLI OBIETTIVI che si tramuteranno presto nei TUOI PIU’ GRANDI SOGNI DI VITA. Gradualmente e come buon senso comanda. E’ il viaggio che devi goderti, non solo la destinazione.

 

 

Fonte foto

 

(Visited 3.860 times, 1 visits today)

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi