IL METODO di studio efficace per gli esami universitari

Se tu che mi leggi sei uno studente universitario allora devi assolutamente leggere questo articolo perchè potresti capire di star sprecando un mucchio di tempo se non hai un metodo di studio efficace.

Una scena cult del cinema mondiale: il compianto Robin Williams interpreta il professore che tutti vorremmo avere nell'Attimo Fuggente
Una scena cult del cinema mondiale: il compianto Robin Williams interpreta il professore che tutti vorremmo avere nell’Attimo Fuggente

Il materiale di studio è tutto: seleziona accuratamente ciò che decidi di studiare

Quando bisogna preparare un esame universitario è sicuramente consigliato chiedere consigli a chi ha già sostenuto quella prova in passato, lo vediamo più avanti. Qui voglio parlarti innanzitutto del materiale: procurati il materiale giusto per lo studio perché fa tutta la differenza del mondo; evita tassativamente quest’errore madornale: accumulare libri, appunti, sbobinature, tomi da 500 pagine per approfondire eccetera.

Questo potrebbe avere un solo effetto: mandarti totalmente in confusione e farti preparare un esame in tempi biblici. L’eccesso di formazione è un errore quando si tratta di superare un esame universitario velocemente e con efficacia.

Seleziona accuratamente il tuo materiale: dai la priorità agli appunti perché in definitiva negli appunti ci sono le conoscenze del professore e quel che ti chiederà verosimilmente all’esame. Se ci fai caso il linguaggio con cui una persona ti parla tende a ricorrere.

Se vuoi imparare una lingua straniera come l’inglese un’ottima scorciatoia è quella di focalizzarsi sul linguaggio di una sola persona: questo tende a ricorrere, ci sono termini ed espressioni che si ripetono e anche il pensiero di quella persona è comunque “limitato” ed entro dei confini ben precisi.

Un professore universitario non è un pozzo di scienza, è una persona con solide conoscenze nella sua materia, generalmente, il contenuto della quale è limitato. E’ questo l’approccio con cui devi affrontare una materia universitaria con un dato professore.

Il tuo scopo non è diventare un pozzo di scienza in quella materia, il tuo scopo è superare l’esame in tempi brevi. Avrai sempre tempo successivamente, se proprio vuoi essere un accademico e la materia ti piace, per leggere tomi e approfondire all’infinito una materia X. Per l’esame è diverso: concentrati su poco materiale, quello che serve, e studialo benissimo.

Una memoria da elefante: memorizzare tutto ciò che leggi nella maniera migliore possibile.

Come fare? Innanzitutto sottolineare troppo è come sottolineare nulla. Abituati ad evidenziare solo le parti più importanti che devono fungere come delle àncore visive in tutto il discorso logico degli appunti (libro): in questo modo, ricordandoti le 10 frasi/punti sottolineati di un capitolo questi saranno un vero e proprio filoconduttore. Particolarmente utile può essere una lettura ad alta voce: leggere con un tono di voce abbastanza alto favorisce la memorizzazione dello studio da parte del cervello. Per chi non è abituato, la soluzione ideale è quella di alternare una lettura ad alta voce con una a bassa voce.

Un’altra tecnica che può essere efficace per memorizzare in poco tempo ciò che devi studiare è quella di pensare che tu abbia a disposizione una sola lettura del testo. In questo modo alzerai la tua soglia di concentrazione e le informazioni verranno rapidamente acquisite. Concentrazione è la parola fondamentale: ricordati che la tua risorsa più preziosa nella vita è il tuo tempo, quindi sii un custode geloso e severo dello stesso.

Ti consiglio questo articolo su come memorizzare velocemente con le giuste tecniche di memoria e apprendimento rapido.

Riassunti, tabelle, mappe: come ripetere?

Un metodo efficace per preparare gli esami universitari in modo serio e senza tralasciare nulla prevede un’attenta fase di ripetizione. In questo momento è necessario focalizzare il tuo studio sui punti chiave del testo o dei paragrafi che si stanno leggendo. Questo discorso vale anche per chi studia su slides o appunti e prevede la possibilità di scegliere le parole chiave presenti nelle varie parti da studiare. Assicurati quindi di avere delle àncore visive nel testo.

Una volta selezionate le parole più importanti e i tratti da memorizzare bene, si può procedere con l’elaborazione di brevi frasi o anche semplicemente di mappe concettuali. Per le materie scientifiche, molto spesso, si rivelano un’ottima soluzione delle tabelle che aiuteranno ad acquisire le conoscenze di teoremi ed altri argomenti.

Studiare per un esame con calendario alla mano: il primo appello è sempre quello utile

Una volta un amico, Vincenzo, un ingegnere particolarmente brillante nel suo percorso di laurea, chiese a un'amica comune che sclerava per la data di un'esame "Quanti giorni ti mancano all'esame?" Lei rispose "Appena venti" e lui, con un forte gesto della mano esclamò "Ehhhh, in venti giorni ti prendi la laurea!" 😀

Quel che ti consiglio è di considerare la prima data dell’esame, il primo appello qualsiasi esso sia, come unica data utile. C’è sempre molto molto più tempo di quel che pensi. L’esame richiede concentrazione e poche nozioni fondamentali. Esercitati a concentrarti esclusivamente su quelle e a non sprecare un briciolo di tempo.

Assicurati di investigare su quali sono le domande ricorrenti (o gli eventuali esercizi ricorrenti)

Un gruppo è FONDAMENTALE. Anche per organizzarsi per assistere agli orali. Organizzati con i tuoi amici per scrivere quante più domande possibili alle sessioni di esami in corso. Non saranno infinite. Se per ragioni di tempo non ci sono sezioni in corso, mostra un minimo di faccia tosta, recati insieme ai tuoi compagni di corso da studenti più grandi che hanno già sostenuto quell’esame con un dato professore, e chiedi/chiedete (anche registrando con un cellulare) quali siano state le domande a lui/lei o comunque quelle più frequenti. Se usi la proverbiale gentilezza le persone saranno molto felici di aiutarti.

Vai costantemente al ricevimento professori

Il professore è innanzitutto una persona con i suoi punti di forza e debolezza, simpatia e antipatia. Se naturalmente ti mostri volenteroso, vai ai ricevimenti e chiedi chiarimenti su cose che non hai capito, il professore sarà contento dell’aiuto che potrà darti (attenzione perché all’esame potrà chiederti proprio i chiarimenti che hai richiesto ;), non sottovalutare quest’aspetto). Naturalmente non si tratta di fare il lecchino, ma di essere una macchina da guerra concentrata che non lascia nulla al caso e che in pochissimi giorni è in grado di preparare un esame che normalmente avresti preparato in mesi grazie alle armi della concentrazione, lettura veloce, memorizzazione ferrea, motivazione, allenamento, credenza. E il tassello del ricevimento professori non fa eccezione, si tratta di furbizia che va a completare il puzzle.

Ricordati: sia che tu creda che sei in grado di preparare un dato esame in 15 giorni, sia che tu non lo creda possibile avrai comunque ragione.

Ricapitolando...

Seleziona accuratamente il materiale di studio, organizzati con un gruppo di amici per sbobinare le lezioni e per procurarti appunti e materiale.

Ricorda gli strumenti di memorizzazione e ricordati che una memoria efficace è legata ad àncore visive ed emotive.

Esegui sempre una ripetizione schematica e ordinata, basata su ricordi e agganci visivi.

Investiga su quali siano le domande ricorrenti o personalmente o tramite l'esperienza di altri colleghi o studenti di anni precedenti

Vai sistematicamente al ricevimento professori e attenzione perché ciò che chiedi loro potrebbe poi essere domanda d'esame.

Il primo appello è l'unico utile: ricordati sempre: sia che tu creda che sei in grado di preparare un dato esame in 15 giorni, sia che tu non lo creda possibile avrai comunque ragione.

Ah… se oggi proprio non ti va di metterti al tavolino ti consiglio questi metodi per farsi venire la voglia di studiare e le 10 regole per avere un metodo di studio efficace!

In bocca al lupo 😉

(Visited 4.663 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi