7 Consigli e metodi per farsi venire la VOGLIA DI STUDIARE

E anche oggi si studia domani. Se anche tu dovresti teoricamente cominciare ad aprire i libri e a prepararti per un’interrogazione o un esame, e invece hai la pessima abitudine di rimandare la seccante sessione di studio, allora probabilmente hai colto al volo il significato della prima frase. E intanto le ore diventano giorni, i giorni settimane, e le settimane mesi: e tu non hai ancora aperto neanche un libro, o cominciato a scrivere un riassunto. Forse è arrivato il momento di dire basta a questo circolo vizioso, di dare un colpo di pennello alla pagina word bianca e di affrontare una volta per tutte questo demone: ecco, pronti per te, 5 consigli per farsi venire la voglia di studiare.

Una scena di Fight Club, con un insonne Tyler Durden
Una scena di Fight Club, con un insonne Tyler Durden

1) Pensa all’esame come ad una formalità

Potrebbe sembrarti paradossale questo consiglio, eppure la maggior parte delle volte la voglia di studiare latita per colpa di preoccupazioni eccessive. Spesso gli studenti, soprattutto quelli più ansiosi, credono che un esame possa essere un ostacolo insormontabile, complesso ed impossibile per i loro mezzi. Ed una volta che riescono a prepararsi, e a trovare il coraggio di presentarsi alla cattedra, quasi scoppiano a ridere per la semplicità. Il tempo perso però non te lo ridà nessuno. E allora il primo consiglio è di pensare all’esame come ad una semplice formalità, che tu sei perfettamente in grado di superare: vedrai che ti tornerà la voglia di studiare. Una precisazione: pensare all’esame come ad una formalità deve essere uno stimolo, e non una scusa per studiare meno di prima.

2) Studia un argomento con curiosità e sincero interesse

Studiare come robot e ripetere gli argomenti a pappagallo non farà altro che peggiorare le cose, azzerando totalmente qualsiasi stimolo allo studio. In questo senso, il consiglio è il seguente: studia con viva curiosità, cercando di comprendere gli argomenti da un punto di vista logico e approfondendo quelli che più ti stuzzicano. Vedrai che in questo modo stimolerai il tuo cervello ad assimilare le informazioni e ad aumentare la voglia di studiare, rendendo la preparazione persino divertente.

Ricordati che le emozioni costituiscono dei GANCI MNEMONICI: devi studiare con sincero interesse e il tutto verrà memorizzato più velocemente.

3) Non lasciarti tentare dalle distrazioni: allena la tua capacità di CONCENTRAZIONE

Quando proprio non riesci a farti piacere una materia, e non sai che pesci prendere, sappi che la soluzione sta (come sempre) nella tua capacità di concentrazione. Immagina la tua mente come Dr. Jekyll e Mister Hyde: una parte fa di tutto per cedere alle distrazioni pur di non studiare, mentre l’altra parte cerca disperatamente di concentrarsi sullo studio. E l’unico modo per dare ragione alla seconda, è eliminare qualsiasi distrazione alla fonte: quando studi, dunque, stacca la connessione a Internet per non fiondarti su Facebook, metti il silenzioso sullo smartphone e chiedi ai tuoi genitori o ai tuoi coinquilini di non disturbarti per alcun motivo. Vedrai che, a quel punto, la voglia di studiare sarà l’unica opzione. Ottime sono anche le biblioteche silenziose, meglio se ti metti un posto molto distante dall’uscita e da eventuali rumori.

4) Studia fissando un premio SUCCESSIVO e non ANTECEDENTE allo studio

La motivazione è tutto: qualsiasi cosa facciamo ha sempre alla base un premio, un obiettivo, una gratificazione. E allora il modo migliore per farsi venire la voglia di studiare è stabilire la regola inderogabile del ‘prima il dovere, poi il piacere’: se ad esempio hai una partita di calcetto in serata, un’uscita con i tuoi amici, o un incontro con il ragazzo o la ragazza che ti piace, il modo migliore per incanalare la potentissima energia dell’attesa è proprio lo studio. Vedrai che, sedendoti con la prospettiva di un premio successivo allo sforzo, la tua mente viaggerà come un treno e la voglia di studiare ti salterà letteralmente addosso. Al contrario, studiare dopo il divertimento ti priverà di uno stimolo fondamentale e molte volte avrai l’abitudine alla rimandite.

5) Comincia a studiare di mattina: IL MATTINO HA L’ORO IN BOCCA

La mente umana non è differente da un motore: finché c’è la benzina, lei si attiva e corre. Quando il serbatoio comincia a svuotarsi, il motore comincia a tossire e a rallentare. Vedrai che cominciando a studiare di mattina (quando non hai lezione), svegliandoti possibilmente non a mezzogiorno, avrai più voglia di studiare e, soprattutto, potrai contare sul picco massimo delle tue energie mentali. Ricorda che più passano le ore, più la mente si stanca e tende a cercare rifugio nelle distrazioni.

6) Concediti le giuste pause e abituati a GESTIRE IL TUO TEMPO

Imposta un timer e segui tassativamente questa regola di time management: 45 minuti di studio e 10 minuti di pausa, oppure 25 minuti di studio intenso e 5 minuti di pausa. Provale entrambe e vedi quel che si adatta meglio al tuo essere. Sii tassativo con i tempi, cronometra le tue pause e non sgarrare. Vedrai che diventerai un trascinatore anche tra i tuoi amici che di solito seguono chi dimostra capacità di leadership e personalità.

7) Se la tua voglia di studiare proprio non c’è fatti furbo: sfrutta una legge fisica fondamentale: L’INERZIA!

Non hai proprio voglia di studiare? Leggi solo una pagina e lascia lavorare la fisica a tuo favore 😉

In fisica, in particolare in meccanica, l'inerzia di un corpo è la proprietà che determina la resistenza alle variazioni dello stato di moto, ed è quantificata dalla sua massa inerziale.

L'inerzia è descritta dal primo principio della dinamica, il principio di inerzia (o prima legge di Newton), che afferma che un corpo permane nel suo stato di quiete o di moto rettilineo uniforme a meno che non intervenga una forza esterna a modificare tale stato.

Il patto è questo: puoi anche non fare nulla, o studi o te ne stai come un babbeo a fissare il vuoto. A te la scelta tra quale delle due inerzie vuoi abbandonarti, fatti furbo e lascia che la fisica lavori per te dopo aver letto una sola pagina ;).

Questi sono consigli se proprio non hai voglia di studiare, ma ti consiglio di approcciarti allo studio come una cosa molto seria, ne va del tuo tempo e della tua vita, con un metodo di studio efficace in generale e un metodo di studio per gli esami universitari.

(Visited 5.493 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi