Come diventare ricchi: le abitudini vincenti dei milionari

"L'abitudine è l'abitudine, e nessun uomo può buttarla dalla finestra; se mai la si può sospingere giù per le scale, un gradino alla volta." Mark Twain

Se desideri diventare veramente ricco sicuramente ti sarà utile far proprie le abitudini vincenti che rappresentano un denominatore comune tra i milionari di prima generazione (ossia coloro che sono partiti dal nulla e si sono fatti da soli).

Imitare queste abitudini ti permetterà di avvicinarti a questa strada grazie a un potente concetto di crescita personale: il modellamento; se modelli una persona di successo è assai probabile che diventerai a tua volta una persona di successo, quante più sono le abitudini che riesci ad “imitare” e far tue.

Una scena del film 21 e la magistrale interpretazione di Kevin Spacey nel ruolo di docente di matematica che sfrutta le teorie statistiche per vincere al blackjack con metodo matematico
Una scena del film 21 e la magistrale interpretazione di Kevin Spacey nel ruolo di docente di matematica che sfrutta le teorie statistiche per vincere al blackjack con metodo matematico

1) Leggi un libro a settimana su investimenti, psicologia del denaro, ricchezza in generale

Non si tratta tanto di aumentare il tuo lessico o il tuo livello culturale generale, quanto di leggere e studiare i libri inerenti corsi e nuove strategie per incrementare gli investimenti, avere nuove idee commerciali e approcciarsi al business con le giuste conoscenze e soprattutto la giusta psicologia del denaro.

Ti basta un’ora al giorno e puoi scegliere libri che hanno come argomento la motivazione, il marketing, la finanza e altri in generale che permettono di poter sfruttare il proprio intelletto per creare profitti. Naturalmente è sul campo che poi dovrai sporcarti le mani e agire, la teoria è solo una condizione necessaria ma non sufficiente.

Ti consiglio di leggere sempre un libro in lingua originale così oltre a migliorare le tue conoscenze, migliorerai il tuo inglese che, in una società così interconnessa come quella odierna, rappresenta uno strumento indispensabile nel lavoro e negli affari in generale.

2) Prefissati degli obiettivi ragionevoli: prima di voler spiccare il volo assicurati di saper camminare e poi correre.

Sì tratta di un “segreto” che deve trasformarsi in un’abitudine: prefissati piccoli obiettivi e dimostra a te stesso che sei in grado di poterli raggiungere, prima di passare a obiettivi sempre più complessi: in questo modo il tuo approccio è graduale e sano; un culturista non parte sollevando 200 Kg ma si allena con buon senso e in maniera graduale per evitare infortuni e rafforzare i suoi muscoli.

Comincia sempre con piccole azioni e abitudini, come ad esempio svegliarsi presto al mattino, per poi focalizzare la tua attenzione su obiettivi di importanza e difficoltà crescenti, come quello di ottenere un profitto grazie a determinati investimenti o quello di raddoppiare i propri flussi di cassa.

Una volta che otterrai piccoli risultati, focalizzare la tua attenzione sui successivi obiettivi di difficoltà crescente e in direzione dell’abbondanza diverrà un comportamento abitudinario e al quale non dovrai prestare costante attenzione perché diventerà parte della tua natura.

3) Trova un mentore e modellalo

Ti rivelo questo piccolo grande segreto: in ognuno di noi c’è la tendenza istintiva a prendersi in qualche modo cura dell’educazione del prossimo, specie se si tratta di una persona più piccola di età e più inesperta, e specie se questa persona si pone nei confronti del potenziale mentore con un atteggiamento umile e di ascolto.

Ti consiglio di sfruttare questo istinto innato imparando soprattutto ad ascoltare il prossimo: tieni le orecchie ben aperte e impara a smorzare l’istinto irrefrenabile di dover dire per forza di cose la tua, quando si tratta di imparare da chi ha dimostrato di avere valore in un determinato campo.

Trova un mentore, una persona che ce l’ha fatta in campo finanziario e che è disposta a condividere con te i tuoi insegnamenti: si tratta di una mossa che può farti risparmiare anni di tentativi e porte sbattute in faccia.

4) Focalizzati su molteplici flussi di guadagno

Questa è un’abitudine a doppio taglio e occorre ben spiegare a cosa mi riferisco. In campo finanziario è bene diversificare le entrate: se metti tutte le tue uova in un paniere e questo si rovescia, perderai contemporaneamente tutte le uova. La filosofia degli investimenti prevede una certa diversificazione.

La cosa importante da capire è questa: un conto sono gli INVESTIMENTI, dove fai lavorare il denaro per te e non investi la tua risorsa più preziosa (il tempo) se non inizialmente, un altro conto sono le ATTIVITA‘ dove invece è coinvolto prepotentemente anche il tuo tempo (oltre a eventuali investimenti). Prima di lanciarti in 10 attività che magari zoppicano tutte e 10, il mio consiglio è quello di focalizzarti su una e portarla ad altezza di volo, prima di eventualmente passare ad altro.

Quindi un conto sono le attività, un altro conto sono gli investimenti. Naturalmente il concetto di flussi molteplici di guadagno vale in entrambe le situazioni, ma se con gli investimenti è un discorso “immediato” da fare, con le attività devi assicurarti di portarne prima una ad altezza volo e solo successivamente, quando hai delegato o quando hai organizzato l’attività stessa in maniera tale da non necessitare più la tua presenza, passare ad altro.

5) Focus sull’azione non sulle chiacchiere

I milionari agiscono e sono proprio i risultati a parlare per loro in una maniera vincente e convincente. Sono le azioni che ti porteranno ai risultati non di certo la pianificazione patologica. Il miglior metodo per agire, dando per scontato di aver un buon piano, è quello di porti in stato d’animo positivo: i RISULTATI dipendono dalle tue AZIONI le quali a loro volta dipendono dal tuo UMORE.

stato-d-animo-azione-risultato
I RISULTATI dipendono dalle tue AZIONI le quali a loro volta dipendono dal tuo UMORE.

6) Velocità di implementazione

Se dovessi citare l’abitudine più importante delle persone che sono diventate milionarie dal nulla, non avrei dubbi: al primo posto si trova la velocità di implementazione (anche perché presuppone di avere una capacità, innata o acquisita, di porsi in stato d’animo positivo e agire incessantemente).

La velocità di implementazione è garanzia di successo: nel denaro come nella vita è fondamentale avere la capacità di effettuare numerosi tentativi in un tempo breve evitando errori catastrofici. La maggior parte delle persone quando si approccia a un nuovo progetto si impegna in una pianificazione ossessiva ignorando che la stragrande maggioranza delle volte questo porta non solo alla cosiddetta paralysis of analysis (paralisi da eccessiva analisi, studio, pianificazione), ma anche qualora si decide e si ha la capacità di mettere poi in atto il piano la realtà quasi sempre ti dà un sonoro schiaffone smentendo categoricamente il tuo piano.

Cosa consiglio? Un piano leggerissimo basato sul buon senso e un mare di azione immediata. E' quello che fa la differenza tra chi realizza progetti e chi è un maestro di pianificazione (attività che porta a zero risultati).

Straccia il business plan e lascia che sia la realtà stessa e i suoi suggerimenti a scrivere versioni sempre più perfezionate dello stesso.

Buon applicazione 😉

 

(Visited 1.173 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per garantirvi una esperienza di utilizzo ottimale. La prosecuzione nella navigazione (click, scroll, ...) comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi